Facebook travolto da un nuovo scandalo privacy, stavolta rischia l’eliminazione

Nuove grane per Facebook, secondo il New York Times ha venduto i nostri dati a ben 60 azienda, tra queste Apple, Amazon e Samsung.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Nuove grane per Facebook, secondo il New York Times ha venduto i nostri dati a ben 60 azienda, tra queste Apple, Amazon e Samsung.

Altra mostruosa accusa nei confronti di Facebook, secondo il New York Times avrebbe addirittura preso accordi con ben 60 produttori di smartphone per condividere i dati raccolti sui suoi utenti social.

Facebook, altro scandalo sulla privacy

Stavolta sei recidivo e rischi davvero grosso, questa deve essere l’affermazione che molti utenti hanno immaginato quando hanno letto del nuovo scandalo che sta travolgendo Facebook. In realtà la notizia, benché sia appena uscita, si riferisce ad un problema che forse è stato nel tempo anche già risolto, poiché si tratterebbe di accordi stipulati negli anni, e non un complotto recente, quindi. Ad ogni modo, Facebook avrebbe negli anni venduto le informazioni che ha raccolto sui suoi utenti ai grandi big della telefonia come Apple, Samsung e tanti altri ancora.

Potrebbe interessarti anche: Offerte Amazon oggi 4 giugno, c’è la smart tv 4K da 55 pollici a 499 euro

La maggior parte di questi accordi basati sulla condivisione dei dati personali è ancora in vigore e ha permesso a Facebook di estendere enormemente il suo raggio d’azione, lasciando i produttori di dispositivi mobili liberi di offrire e diffondere ai propri utenti alcuni dei servizi più popolari che caratterizzano il colosso dei social media. Quest’ultimo ha permesso poi ai big del settore telefonico e non solo di accedere ai propri dati, si parla di condivisione anche con Amazon, per intenderci.

Insomma, a comandare ancora una volta è il marketing, e non è certo irrazionale pensare che ormai le aziende possano anche corrompere funzionari e/o infrangere le regole pur di ottenere informazioni sui gusti dei venditori. Del resto, la pubblicità è l’anima del commercio e sapere in anticipo cosa realmente gli utenti vogliono, al di là dei trend che possono influenzarli, può decidere anche le sorti di un’intera azienda. La storia dell’imprenditoria è piena di fallimenti terribili causati da politiche sbagliate e vendite errate.

Potrebbe interessarti anche: Galaxy S10 mira alla tripla fotocamera posteriore con super zoom e AR

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Facebook Messenger

I commenti sono chiusi.