Facebook Study, volontari pagati per farsi spiare da un’app

Facebook ti paga per spiare il tuo smartphone, ecco il progetto Study.

di , pubblicato il
Facebook ti paga per spiare il tuo smartphone, ecco il progetto Study.

Arriva un’app che sposa un progetto importante, quello di fornire dati e preferenze relative agli utenti Facebook. Si chiama Study e consentirà al social network di raccogliere tante informazioni utili per migliorare il suo servizio.

Progetto Study per Facebook

Un’app per spiare il vostro smartphone, questo in sintesi il progetto Study di Facebook. Fortunatamente però ci sono due cose da dire, la prima è che la spia si limiterà ad osservare le app scaricate, probabilmente i siti navigati attraverso i cookie e la cronologia, ma non certo le chat e conversazioni private, o addirittura cartelle private come foto e video.

La seconda cosa buona è che Facebook pagherà i volontari per sbirciare sul loro smartphone.

Spionaggio dietro compenso dunque per Facebook che naturalmente deve stare molto attento alla questione privacy e per questo motivo ha deciso di chiedere volontariamente ai suoi iscritti di far dare un’occhiata ai loro interessi, invece di farlo tramite terzi in modo illegale come forse molto probabilmente fanno invece le altre aziende.

Il progetto sarà disponibile inizialmente solo in India e Stati Uniti, naturalmente per i soggetti maggiorenni. L’obiettivo è quello di conoscere approfonditamente gli utenti e soprattutto come si comportano: per questo la partecipazione è pagata, in maniera simile a quanto accade con Google Opinion Rewards. Il sistema di pagamento sarà gestito da Applause, altro partner di Facebook.

Potrebbe interessarti anche Netflix aumenta i prezzi anche in Italia, ecco le nuove tariffe

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,