Facebook, ‘Scopri le persone’ per Android e iPhone: privacy in pericolo?

La nuova funzionalità Facebook ‘Scopri le persone’ per Android e iPhone: cos’è e come funziona. Perché c’è un pericolo privacy?

di , pubblicato il
La nuova funzionalità Facebook ‘Scopri le persone’ per Android e iPhone: cos’è e come funziona. Perché c’è un pericolo privacy?

La app Facebook per Android e iPhone ha introdotto una nuova funzionalità dal nome esplicito ‘Scopri le persone’. Si tratta di un nuovo modo per entrare in contatto con persone che hanno i nostri stessi interessi, che magari partecipano ai nostri stessi eventi, che hanno preferenze simili alle nostre e che non rientrano ancora nelle nostre amicizie. Facebook, in parole semplici, sta cercando di implementare funzionalità che permettano di ampliare il proprio ambito di conoscenze, attraverso sistemi che possano però essere facilmente controllati. Ma c’è un pericolo grave di privacy, anche perché i social network stanno diventando uno dei luoghi più insidiosi e gli stalker sono in costante crescita.

Qui, sempre per la privacy Facebook, trovate come proteggere e nascondere le foto.

Cos’è e come funziona ‘Scopri le persone’ sulla app Facebook per Android e iPhone

La nuova funzionalità ‘Scopri le persone’ di Facebook (per l’applicazione su Android e iPhone) è stata immaginata proprio per spingere molti utenti a completare il proprio profilo e ad aggiungere tutte le informazioni personali. Innanzitutto, dobbiamo controllare se la app del nostro smartphone già contiene la nuova funzionalità: per farlo, basta andare nel menù che si trova a destra in basso e cliccare su ‘Altro’. Quando accediamo per la prima volta alla sezione, possiamo aggiornare il nostro profilo, in maniera tale da aiutare le persone a trovarci, mediante la condivisione di informazioni personali e caratteristiche della nostra personalità.

Ecco, invece, la sfida a Facebook di Monkey: la app/social per teenagers che fa discutere, cos’è e come funziona.

Si tratta, così, di aggiungere una sorta di biografia e cinque fotografie che ci rappresentano o ci piacciono in particolar modo: la sezione ‘Scopri le persone’, insomma, mostrerà a coloro che stanno cercando amicizie su Facebook di visionare le informazioni della biografia, le fotografie che, eventualmente, avremo inserito e gli eventi a cui si intende partecipare o ai quali si è registrati. Semplificando al massimo: ogni utente, scorrendo in ‘Scopri le persone’, troverà coloro che vivono nella stessa città, lavorano presso la medesima azienda, parteciperanno agli stessi eventi.

I profili visualizzati saranno ovviamente quelli delle persone che non conosciamo.

Qui trovate, per tutti i social network, la legge sulla privacy: le novità introdotte.

Facebook, ‘Scopri le persone’: un pericolo di privacy?

I social network stanno diventando sempre di più un luogo ‘pericoloso’, nella misura in cui gli stalker sono in crescita e iniziare nuove amicizie con ‘estranei’ può essere insidioso. La nuova funzionalità di Facebook, nonostante sia molto ‘controllata’, può comportare un pericolo reale o, comunque, un problema di privacy. ‘Scopri le persone’, infatti, fa in modo che informazioni personali divengano di dominio pubblico e la maggiore perplessità riguarda soprattutto un aspetto: non siamo in grado di sapere quali persone e, soprattutto, quante siano in grado di visualizzare il nostro profilo. Non lasciamo consigli o suggerimenti paternalistici, ma l’unico modo per difendersi sempre e comunque è conoscere a fondo gli strumenti che si utilizzano.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , , , , ,