Facebook Riff: ecco l’app per creare video virali

Facebook lancia Riff, applicazione per creare video virali condivisi disponibile per Android e iOS. Scopriamo cos'è e come funziona.

di , pubblicato il
Facebook lancia Riff, applicazione per creare video virali condivisi disponibile per Android e iOS. Scopriamo cos'è e come funziona.

Oggigiorno la celebrità è diventata qualcosa di così democratico che è difficile starne alla larga: tutti possiamo avere i nostri 15 minuti – o 15 giorni – di celebrità con un video, un post su Facebook o un selfie. L’importante, però, è continuare a innovare e Facebook non se ne può certo stare con le mani in mano visto il gran successo che sta avendo Periscope, l’app lanciata da Twitter per lo streaming video.

Così, ecco Riff, che pianta le radici del suo progetto dalla scorsa estate, con l’Ice Bucket Challenge – e viralità dei video condivisi connessa – come ispirazione, che ci permetterà di creare dei video virali condivisi, disponibile sia per Android sia per iOS.  

Cos’è Riff e come funziona

Create un video di 20 secondi tramite il vostro smartphone Android o iPhone e dategli un nome. Poi aspettate che i vostri amici creino altri video di massimo 20 secondi e lo colleghino al vostro: quello che andrà a creare sarà un collage di brevi video, spezzoni di film tutti accomunati dallo stesso tema. Naturalmente voi, che siete i creatori originari del video, avrete possibilità di cancellare un video che non vi piace o che riteniate inopportuno e offensivo.   L’idea di Riff, come riporta il product manager di Facebook Josh Miller, è partita proprio questa estate, quando centinaia e centinaia di video legati all’Ice Bucket Challenge – la sfida a colpi di secchiate d’acqua ghiacciata per combattere la SLA e raccogliere fondi – hanno contribuito ad aumentare la percentuale dei video condivisi di ben il 50%. Il progetto, sviluppato da Creative Labs, sta già riscuotendo parecchia curiosità e interesse.   Potete scaricarlo per Android o per iOS e cominciare a divertirvi. Se invece volete prima scoprirne le potenzialità, date un’occhiata a questo video. Vi verrà sicuramente la voglia di provare Riff, che qualcuno ha già ribattezzato l’anti-Periscope, anche se con Periscope non ha nulla a che vedere.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,