Facebook Messenger riconoscerà gli amici nelle foto grazie a Photo Magic, ma non in Italia

Facebook lancia per Messenger la funzione Photo Magic, basata sulla tecnologia di riconoscimento facciale: ma in Italia non la vedremo, ecco perché.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Facebook lancia per Messenger la funzione Photo Magic, basata sulla tecnologia di riconoscimento facciale: ma in Italia non la vedremo, ecco perché.

Ci sono certe tecnologie che in Europa non sono ancora permesse a causa di una normativa ristretta sulla privacy degli utenti che bazzicano la rete: ad esempio, la tecnologia di riconoscimento facciale. Questa invece può essere sfruttata già in Australia e negli Stati Uniti: ed è così che in questi Paesi Facebook ha lanciato per Messenger una nuova funzionalità che si basa proprio sul riconoscimento facciale: il suo nome è Photo Magic e consente di individuare gli amici che sono ritratti nelle foto, agevolando la ricerca di un amico in particolare tra le migliaia di foto che abbiamo nel nostro dispositivo, ma soprattutto permettendo di suggerire la condivisione delle suddette foto con loro. Il lancio di Photo Magic per Messenger non è affatto un caso visto che, dati alla mano, Facebook ha rilevato come su Messenger – che conta più di 700 milioni di utenti attivi – si condividono più di 9,5 miliardi di foto.   La tecnologia di riconoscimento facciale non è invero una novità assoluta per Facebook, visto che ci aveva già provato con l’app Moments, la quale, come ben ricorderete, è stata bannata proprio dall’Europa per le politiche severe in tema di privacy e per l’ostracismo nei confronti di questo tipo di tecnologie e funzionalità. Moments permetteva infatti di facilitare la condivisione tra amici di una foto che li ritraeva tutti insieme, consentendo così ai soggetti ritratti nella foto di avere l’immagine senza farla con il proprio smartphone – è capitato anche a voi di passare minuti preziosi in attesa che tutti facciano la stessa foto di gruppo col proprio smartphone?   Ebbene, con Photo Magic il meccanismo è più o meno lo stesso, e sfrutta una piattaforma come Messenger dove la condivisione di foto tra amici e familiari risulta essere piuttosto frequente. Il problema è che sia Moments, sia Photo Magic probabilmente non vedranno mai la luce in Europa, e quindi in Italia, proprio a causa di una rigida politica di restrizione relativa alla privacy. Non sappiamo dire al momento se questa cosa cambierà con il tempo, ma c’è anche da dire che in molti sono felici di queste restrizioni, in favore di una privacy che tuttavia hanno già dato in pasto ai leoni navigando su internet. Un paradosso tutto europeo di non facile risoluzione, ma che oggi impedisce a Facebook di lanciare le sue funzionalità basate sul riconoscimento facciale.   Il fatto è che Facebook non sembra curarsene più di tempo: dopo un periodo di test (di successo) effettuato in Australia, ecco che Photo Magic è pronta a sbarcare direttamente negli Stati Uniti, anche perché come afferma il direttore del product management del social network, Peter Martinazzi, l’invio privato delle foto sull’app Messenger è un fenomeno che si sta diffondendo a macchia d’olio, e “che sta crescendo anche più velocemente dello stesso Messenger“. Ovviamente, tale funzione non sarà obbligatoria per tutti, e Photo Magic potrà essere tranquillamente gestita e impostate nella sezione Privacy del proprio profilo Facebook, consentendo agli utenti di disattivarla.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Facebook Messenger, Chat, Social Network

I commenti sono chiusi.