Facebook in crisi, ma Zuckerberg non ne fa un dramma

Male Facebook, i numeri calano vistosamente, è la più grande crisi per il social network da quanto è nato.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Male Facebook, i numeri calano vistosamente, è la più grande crisi per il social network da quanto è nato.

Niente da drammi per Marc Zuckerberg, il suo Facebook sta rallentando sempre più e sta affrontando una crisi senza precedenti nei sui 15 anni di storia, ma nessun problema per lui. Del resto, è anche proprietario di WhatsApp e Instagram che intanto continuano ad andare a gonfie vele, perché fare una tragedia?

Facebook rallenta, ora è crisi nera

Da tempo però è evidente che il papà di tutti i social network non sta più bene, i numeri presentati non vanno a suo favore. Dall’inizio dell’anno Facebook ha perso in Borsa il 20%, e dalla fine di luglio – quando ha presentato i conti del secondo trimestre – il 34%. Di recente ha perso molti manager di rilievo, fra i quali i fondatori di WhatsApp e Instagram che, secondo indiscrezioni, avrebbero lasciato in polemica con i vertici e le loro strategie.

A questo si sono aggiunti lo scandalo dei dati di Cambridge Analytica scandalo che in America è stato preso molto seriamente e che ha comportato la perdita di tanti giovani che hanno deciso addirittura di disinstallare l’app dal proprio smartphone. Come dicevamo però Zuckerberg non ne fa un dramma e minimizza la faccenda:

“La nostra comunità e il nostro business continuano a crescere rapidamente, e ora abbiamo – afferma l’amministratore delegato – più di 2 miliardi di persone che usano almeno uno dei nostri servizi ogni giorno. Ci sono grandi opportunità guardando avanti nei video e nel commercio”.

Potrebbe interessarti anche: Evento Apple, presentati nuovi Mac Book Air, iPad Pro e altro ancora

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Facebook, Social Network