Facebook forse non metterà il Non mi piace, ma sono in arrivo altri tasti

Il tasto Non mi piace è in fase di test, ma probabilmente su Facebook non lo vedremo mai: ecco perché.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il tasto Non mi piace è in fase di test, ma probabilmente su Facebook non lo vedremo mai: ecco perché.

Giusto ieri abbiamo dato la notizia che Mark Zuckerberg ha intenzione di introdurre su Facebook il tasto Non mi piace, molto richiesto dagli utenti. In realtà questa non è una grande novità, visto che se ne parla da parecchio tempo, ma Zuckerberg e soci hanno sempre deciso di non inserire questo tasto per diversi motivi, tra cui la possibilità di incoraggiare il  riste fenomeno del cyberbullismo o la non remota eventualità di perdere utenti, molti dei quali potrebbero essere intimiditi dalla valanga di Non mi piace che alcuni dei loro amici potrebbero contrassegnare sui loro post. Tutto ciò si trasformerebbe in una riduzione del business e del valore del social network. In realtà Zuckerberg ha detto che il tasto Non mi piace è attualmente in fase di test, pertanto il Dislike non arriverà prima che tutti i test del caso non siano stati effettuati e non diano le risposte attese.  

Altri tasti in arrivo

Secondo diverse voci il tasto Non mi piace non arriverà mai su Facebook per le ragioni di cui sopra: i test appena citati servirebbero infatti a dimostrare la tesi che il Dislike potrebbe rappresentare una perdita di valore economico non indifferente per Facebook. Ciò non significa però che accanto al tasto Mi piace non possano essere affiancati altri tasti, i quali avrebbero la possibilità di esprimere altre emozioni e feedback oltre al classico like. Come ad esempio un articolo di giornale, per cui potrebbe comparire il tasto Interessante, oppure altre risposte che potrebbero esplicare in modo diverso le emozioni e quindi differenziarsi dal like, che spesso rischia di essere fraintendibile, come quelli che vengono messi in post tristi e messaggi negativi.  

Facebook non sarà un foro di odio

Non è un caso che Zuckerberg abbia affermato di recente come non voglia trasformare Facebook in un foro dove la gente vota contro o a favore le pubblicazioni di altre persone: “questo non è il tipo di comunità che vogliamo creare“. Eppure si vogliono dare agli utenti ulteriori opzioni oltre al Mi piace per aiutarli a esprimere empatia o per esprimere in caso di post tristi relativi a disgrazie o a fatti negativi un maggiore tasso di consapevolezza e coinvolgimento con il post e l’utente in questione. “E’ una questione molto complicata“, ha detto Zuckerberg che non esclude a breve la comparsa di nuovi tasti e funzioni che sicuramente andranno a migliorare l’esperienza di coinvolgimento sul social network e che probabilmente manderanno definitivamente in pensione l’eventualità che un giorno possiamo mettere un Non mi piace a un post.  

Immaginate un Non mi piace a un’azienda su FB

Facebook è ben consapevole dei rischi che correrebbe inserendo questa funzione e infatti è presumibile che alla fine ciò si riveli non una bufala, in quanto è stato esplicitamente detto come sia in fase di tasto, ma sa sicuramente che sarebbe un boomerang piuttosto doloroso dal punto di vista commerciale: ad esempio immaginate quali conseguenze potrebbe portare un Non mi piace a un prodotto o un’azienda che ogni giorno sponsorizza il proprio brand sul noto social network. Forse anche per questo al 99% su Facebook non vedremo mai un Non mi piace: vi sarà invece una gamma di feedback per lo più positivi per far sì che la comunità di Facebook non diventi un coacervo di odio e pulsioni negative.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Facebook, Social Network

Leave a Reply