Facebook e Twitter colpiti da software invadente, esposti i dati degli utenti

Problemi di privacy per Facebook e Twitter, software del Play Store viola la privacy degli utenti.

di , pubblicato il
Problemi di privacy per Facebook e Twitter, software del Play Store viola la privacy degli utenti.

Nuove grane per i big del mondo social, stiamo parlando dell’onnipresente Facebook, che in quanto a privacy viene sempre pizzicato, stavolta però ci aggiungiamo anche Twitter. Esposti i dati degli utenti. Andiamo a scoprirne di più.

Facebook e Twitter, nuovi problemi privacy

A fare ammenda sono stati i due stessi social che hanno annunciato il problema.

Sono infatti stati esposti i dati di alcuni dei loro utenti, dopo che questi hanno utilizzato le credenziali dei loro account per accedere ad alcune app Android di terze parti scaricate da Google Play. Tali dati sono finiti nelle mani degli sviluppatori per le solite ricerche, ma in realtà a quanto pare stavolta la colpa è tutta di un software.

Il software in questione si chiama One Audience, il quale permetteva agli sviluppatori di accedere a tali dati una volta che questi avevano scaricato alcune app dallo Store di Big G. Nessuna colpa quindi in questo caso per i due social, che appunto si sono limitati ad informare i propri utenti dell’accaduto. Sia Facebook che Twitter hanno inoltre risolto il problema eliminando l’SDK dannoso, il particolare sistema di software che permetteva questa violazione della privacy. Ovviamente le app sono state rimosse dallo Store. Ecco il comunicato dei social:

“l problema non è dovuto ad una vulnerabilità del software di Twitter, ma dal mancato isolamento tra gli SDK all’interno di un’applicazione. Il nostro team di sicurezza ha determinato che l’SDK dannoso, che potrebbe essere embeddato all’interno di un’app mobile, potrebbe potenzialmente sfruttare una vulnerabilità nell’ecosistema mobile per consentire l’accesso alle informazioni personali (e-mail, nome utente, ultimo tweet) e utilizzare l’SDK dannoso. Anche se non abbiamo prove che suggeriscano che la falla sia stata usata per prendere il controllo di un account Twitter, è possibile che una persona possa farlo.”

Potrebbe interessarti anche Black Friday MediaWorld, ecco il sistema per risparmiare senza aspettare il volantino

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.