Europei di calcio 2021 e digital marketing, l’interessante studio di Beintoo

C'è tanto digital marketing agli Europei di calcio 2021, grazie anche al lavoro di Beintoo.

di , pubblicato il
digital marketing

Ci siamo, ancora pochi giorni di attesa e poi finalmente gli Europei di Calcio 2021, quelli rimandati lo scorso anno, saranno realtà. Ma cosa c’entra il digital marketing con tutto questo? La trasformazione digitale sta investendo tutto, e anche il mondo del calcio, anche se indirettamente, avrà a che fare con essa.

Digital marketing e calcio

Saranno Europei di calcio davvero sui generis quelli che ci attendono a partire dall’11 giugno. Un torneo nazionale itinerante, per la prima volta senza un paese ospitante, inoltre gli spettatori potranno assistervi solo in numeri ristretti, naturalmente per evitare assembramenti ed eccessivi contatti ravvicinati. Saranno invece tantissimi coloro che vi assisteranno da casa, ed è in questa ottica che tanti brand faranno a cara per accaparrarsi la giusta attenzione da parte di una più o meno grossa fetta di pubblico. È qui quindi che nasce il lavoro di Beintoo, data company specializzata di digital advertising e location intelligence.

Beintoo ha effettuato una importante analisi che sviscera tutte le possibili discriminanti tra domanda e offerta dei diversi mercati. Abitudini, consumi, customer journey e variazioni che faranno da discriminante nei vari mercati relativi al business legato agli Europei di calcio 2021. Naturalmente, l’enorme mole di lavoro sarà atta ad elaborare poi nuove strategie per aiutare i suddetti brand durante tutto il periodo dell’evento sportivo. Ma quali sono le attività che appunto troveranno giovamento da questa manifestazione? Sono davvero molteplici i settori coinvolti, dal turismo, visto l’arrivo di tifosi sul luogo, all’abbigliamento sportivo, fino a brand più squisitamente tech come Gdo, Food, Delivery, Tecnologia e merchandising.

Digital marketing, il lavoro di Beintoo

Un lavoro di digital marketing certosino e capillare quello di Beintoo, con strategie di pianificazione che riguarderanno gli insight raccolti con i dati geo-comportamentali.

Scopo del progetto è offrire ai brand la possibilità di ottimizzare gli investimenti impattando positivamente sul customer journey, oltre che allargare il proprio bacino di consumatori approfittando dell’impatto importante che un tale evento ha sui vari mercati. Ecco a tal proposito le parole di Arianna Moroni, Communication & Marketing Manager Beintoo:

“La realizzazione di questo studio e della strategia di targeting dedicata è nata dalla volontà di spingere i brand a percepire questa tipologia di cambiamenti come una duplice opportunità per riflettere sulla propria offerta e sui potenziali consumatori da poter raggiungere, esplorando nuove modalità e metodologie di attivazione. Una delle soluzioni proposte, ad esempio, suggerisce al mondo food e GDO, o a quello dell’home delivery, di attivare le audience Beintoo che contengono appassionati di calcio ex frequentatori degli stati, party lovers o utilizzatori di app di video streaming per sponsorizzare snack e bevande da consumare durante la visione degli Europei da casa. Allo stesso modo il mondo dell’elettronica e del gaming potrà sponsorizzare televisori, tablet, device per l’home entertainment e videogiochi ad un pubblico in linea e altamente interessato in questo particolare periodo”.

Potrebbe interessarti anche Fintech, CRIF investe nel digital scoring di Fido

Argomenti: