Ecco perché Flappy Bird potrebbe tornare (e perché è stato rimosso)

Il creatore di Flappy Bird confessa le ragioni che lo hanno spinto a rimuovere il suo gioco di successo in una intervista a Rolling Stone e alla fine non ne esclude il ritorno. Scopriamo cosa ha detto.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il creatore di Flappy Bird confessa le ragioni che lo hanno spinto a rimuovere il suo gioco di successo in una intervista a Rolling Stone e alla fine non ne esclude il ritorno. Scopriamo cosa ha detto.

C’era una volta Flappy Bird, poi, di colpo, sparì. Dopo aver fatto un gran rumore, dopo aver riempito di soldi il suo creatore vietnamita, il 28enne Dong Nguyen. La rimozione di Flappy Bird ha dato adito a numerose leggende urbane: il suo suicidio, la denuncia da parte di Nintendo, le minacce di morte. Nulla di tutto questo.

Nguyen sta lavorando ad altri tre giochi, come afferma a Rolling Stone, e non esclude che un giorno Flappy Bird possa tornare. Ecco perché. 

 

LEGGI ANCHE

Flappy Bird crea dipendenza: ecco le ragioni dell’addio, mentre Apple e Google dichiarano guerra ai cloni

Giochi simili a Flappy Bird per Android, iOS e Windows Phone

Flappy Bird, addio: perché un gioco da 50 mila dollari al giorno è arrivato al game over?

 

Flappy Bird rimosso: Nguyen spiega le ragioni

Sulla rimozione improvvisa di Flappy Bird dagli store si è tanto discusso, così come si sono inventate parecchie cose. Nguyen disse semplicemente che si sentiva soffocato dalle troppe attenzioni e non avrebbe mai voluto che la gente spendesse il proprio tempo a giocare a un semplice gioco. 

E pensare che inizialmente Flappy Bird fu un flop: nessuna strategia di marketing, dietro, nessun lancio con il botto. Solo, qualche mese più tardi, un tweet (“Fuck Flappy Bird”) scatenò la curiosità e l’interesse da parte delle persone. Cos’è Flappy Bird? Perché irrita così tanto? Cominciarono a giocarci e a diventarne dipendenti e, naturalmente, a generare il passaparola. E Flappy Bird divenne quello che è ora: un fenomeno di culto

Un gioco semplice, estremamente semplice, dove Nguyen si è limitato a costruire uno spazio attorno a un goffo uccello in lotta contro la gravità. 

Il perché della rimozione inaspettata, Nguyen la spiega a Rolling Stone: sul suo iPhone sono ancora salvati alcuni messaggi difficili da digerire, come quello di una donna che lo rimprovera per aver distratto i bambini dal mondo, o quello di un insegnante che paragona Flappy Bird al crack in quanto a dipendenza. Sulla sua casella di posta e-mail arrivano messaggi di gente che ha perso il proprio posto di lavoro per essere stata pizzicata a giocare a Flappy Bird. 

Insomma, il successo e il rovescio della sua medaglia: il peso dell’attenzione. Lo soffoca, lo costringe a notti insonni, gli distrugge la vita semplice che vuole avere. Così arriva la decisione implacabile e il conseguente ritiro che getta nello sconforto milioni di fan e dà l’idea ai furbetti di clonarlo per guadagnare un po’ e farsi pubblicità. 

Sono padrone del mio destino“, afferma Nguyen a Rolling Stone. “Sono un libero pensatore”. Ecco perché ha dichiarato game over alla sua creatura di successo. Per tornare ad avere una vita semplice. 

 

I nuovi giochi del creatore di Flappy Bird

Comunque siano andate le cose, Flappy Bird ha lasciato allo sviluppatore vietnamita una fortuna insperata, che gli ha permesso di lasciare il suo lavoro e dedicarsi prevalentemente alla sua nuova attività. 

Sono 3 i giochi a cui Dong Nguyen sta lavorando: il primo è ancora senza titolo e si tratterebbe di uno shooter con un cowboy come protagonista; il secondo si chiama Kitty Jetpack e dovrebbe essere un gioco di vole; il terzo è Checkonaut, un “chess action”, che è anche il titolo che desta più curiosità. Uno di questi nuovi 3 giochi dovrebbe essere rilasciato questo mese. Non ci si aspetti più la semplicità di Flappy Bird, ma la grafica retrò resterà. 

 

Flappy Bird potrebbe tornare?

Flappy Bird potrebbe risorgere dalle sue ceneri? La risposta è sì, anche se Nguyen è stato abbastanza criptico a riguardo, pur lasciando uno spiraglio di possibilità. 

La rimozione di Flappy Bird non gli ha procurato altro che sollievo. Flappy Bird resterà a lui e non lo venderà, ma la notizia bomba è che potrebbe tornare: “Ci sto pensando“. Qualora dovesse accadere, il gioco sarebbe rilasciato con un avvertimento che invita gli utenti a prendersi una pausa ogni tanto. Quasi ci scherza su questo argomento, ormai. Ma forse anche lui è consapevole che oggi le mode passano molto velocemente e chissà se tra un paio di mesi qualcuno avrà più voglia di tornare a giocare a Flappy Bird o sarà passato a qualcos’altro di molto più coinvolgente…

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Applicazioni e Giochi