Ecco iBox Nano: stampante 3D piccola e low cost

Si chiama iBox Nano e a oggi è la stampante 3D più piccola e low cost sul mercato: proposta su Kickstarter, le prime unità saranno spedite agli investitori a marzo 2015.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Si chiama iBox Nano e a oggi è la stampante 3D più piccola e low cost sul mercato: proposta su Kickstarter, le prime unità saranno spedite agli investitori a marzo 2015.

Abbiamo già parlato di come i prossimi anni sentiremo sempre più parlare di stampanti 3D, la cui distribuzione dovrebbe esplodere definitivamente nel 2018. Tuttavia al momento questi prodotti sono piuttosto ingombranti e costosi, pertanto non godono ancora di molto appeal, soprattutto da parte di quell’utenza che dispone di un budget modesto. iBox Nano è la stampante 3D piccola e a basso costo che potrebbe far cambiare idea su questo punto: lanciato su Kickstarter e avendo già raccolto i fondi necessari, iBox Nano è a oggi la stampante 3D più piccola al mondo.   LEGGI ANCHE Stampanti 3D, boom entro il 2018: successo annunciato?  

iBox Nano: com’è fatta la stampante 3D più piccola al mondo

iBox Nano si distingue per i suoi 10,2 centimetri di altezza e 7,6 cm di larghezza, per uno spessore di 20,3 centimetri. Con un peso di soli 1,36 chilogrammi, iBox Nano spicca anche per la risoluzione X-Y da 328 micron e per il modulo WiFi integrato utile per la stampa via wireless tramite PC o app da smartphone e tablet, equipaggiati sia con Android sia con iOS. Disponibile anche una batteria esterna che garantisce un’autonomia di 10-20 ore.   Costruito con resina sintetica, iBox Nano arriverà fisicamente tra le mani degli investitori verso marzo 2015, come promesso durante la campagna di crowdfunding. Il prezzo sul mercato dovrebbe aggirarsi attorno ai 299 dollari, ovvero circa 240 euro, ma potrebbe ridursi ancora di più, a 229 dollari (poco più di 180 euro). Già adesso, comunque, iBox Nano è la stampante 3D più economica sul mercato.   Foto | iBox Nano

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Stampanti 3D

Leave a Reply