Ecco come cambierà YouTube

YouTube cambierà nei prossimi mesi e diventerà un luogo ideale per i videoamatori grazie a una serie di features che miglioreranno il servizio: andiamo a vedere cosa e come cambierà YouTube.

di Daniele Sforza, pubblicato il
YouTube cambierà nei prossimi mesi e diventerà un luogo ideale per i videoamatori grazie a una serie di features che miglioreranno il servizio: andiamo a vedere cosa e come cambierà YouTube.

YouTube aspira a essere sempre più globale, anche sotto l’aspetto della comprensione: ciò che ha affermato il CEO di YouTube Susan Wojcicki al Vidcon californiano rappresenta un bagaglio di novità di sicuro impatto per la nota piattaforma di video-sharing. Altolà a chi profetizza una morte (o una privatizzazione) del Tubo: sembra proprio che in futuro ci riserverà molte sorprese e, soprattutto, sarà molto più democratico. Andiamo a vedere come cambierà YouTube: se in meglio o in peggio, sarete voi a deciderlo.

 

LEGGI ANCHE

Perché Google potrebbe uccidere YouTube

YouTube: 9 anni di video, tormentoni e fenomeni

 

Come e cosa cambierà YouTube?

Videoamatori di tutto il mondo, unitevi: YouTube sta per diventare il luogo ideale dove sguazzare, grazie a tutta una serie di features che potranno fare al caso vostro: innanzitutto la traduzione in tutte le lingue dei video postati, poi campagne di finanziamento per gli autori ma con un tetto massimo di 500 dollari, a seguire un archivio di musiche da utilizzare gratuitamente e dal quale pescare anche per usufruire di effetti sonori per arricchire il comparto audio del proprio video e, last but not least, un’applicazione mobile per monitorare e gestire i video.

A tutto ciò dovranno naturalmente contribuire gli utenti: sì, perché d’ora in poi loro saranno ancora più protagonisti del Tubo, soprattutto nel volerlo rendere globale, ovvero letteralmente “disponibile in tutte le lingue”, attraverso il progetto Subtitles Fan che consente di inserire i sottotitoli in tutte le lingue sotto i video.

C’è poi un altro progetto che interesserà ulteriormente gli autori, il “Fan-funding“, che fa il verso al “crowdfunding”: si tratta di una sorta di “vasetto per le mance” come lo chiamano gli americani che però avrà un limite massimo di 500 dollari. Solo gli autori che saranno iscritti al progetto potranno ricevere piccole o generose ricompense dai propri fan.

Ci sarà dunque una libreria online da dove pescare musiche gratuite e circa 7.500 effetti sonori da utilizzare durante la fase di editing. Una chicca che i videoamatori ameranno sicuramente. Ma a stupire ancora di più gli utenti l’introduzione della possibilità di visualizzare i video con un frame rate pari a 60 fotogrammi al secondo, che migliorerà e ottimizzerà ulteriormente la qualità delle immagini.

L’applicazione mobile che consentirà di aggiornare e gestire il proprio canale YouTube o le statistiche di un video appena inserito si chiamerà YouTube Creator Studio ed è stata senza alcun dubbio la sorpresa più gradita dell’evento.

Tutte queste principali modifiche dovrebbero essere attive a partire dai prossimi mesi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità YouTube