Diritti tv vicinissimi, TIM e DAZN trovano l’accordo, ora Sky trema

DAZN e TIM sfidano Sky, diritti tv vicinissimi.

di , pubblicato il
DAZN e TIM sfidano Sky, diritti tv vicinissimi.

È. fatta, c’è l’accordo tra TIM e DAZN per il campionato di Serie A, ora Sky trema davvero, e presto potrebbe arrivare il verdetto definitivo della Lega per l’assegnazione dei diritti tv per il triennio calcistico 2021/24.

TIM e DAZN ci sono

Capitolo decisivo per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A, siamo allo snodo cruciale. La partnership dovrebbe proporre un importante supporto tecnologico, visto che TIM si assicurerà di offrire un’alternativa come avevamo già spiegato in precedenza, ai possibili problemi di connessione che alcuni italiani potrebbero avere in alcune zone del paese. In questa specifica circostanza infatti ci sarebbe il decoder TIM per vedere le partite di DAZN sul digitale terrestre.

Ecco a tal proposito il comunicato ufficiale rilasciato: “TIM ha sottoscritto un’intesa volta a integrare l’accordo di distribuzione già in essere, anche nei termini economici, condizionata all’aggiudicazione a DAZN della gara dei diritti tv della Serie A. TIM si qualificherebbe quindi come operatore di telefonia ePay Tv di riferimento per l’offerta dei contenuti di DAZN in Italia nonché per la partnership tecnologica”.

Cosa ci attende quindi ora? Innanzitutto, bisognerà attendere venerdì per il nuovo verdetto, ammesso che la Lega questa volta non decida di posticipare ulteriormente l’esito della questione. L’impressione infatti è che i vertici stiano aspettando ancora ulteriori rilanci, la speranza infatti è che Amazon entri in pista, e se Amazon si piazza in questo discorso, sappiamo bene che a quel punto non ce ne sarà più per nessuno. A quanto pare però al momento il colosso sembra ancora restio a tuffarsi in questo affare. Per ora quindi DAZN rimane in vantaggio forte dei suoi 840 milioni di euro offerti, mentre Sky resta dietro con i suoi 750.

Potrebbe interessarti anche Apple lancia progetto 6G, si cerca già professionisti per il futuro

Argomenti: