Diritti tv Serie A, Sky avrà il monopolio del campionato, ciao MediaPro

Il calcio italiano torna nelle mani di Sky, la lega chiude con MediaPro, ecco l'ultimo atto dei diritti tv della Serie A.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Il calcio italiano torna nelle mani di Sky, la lega chiude con MediaPro, ecco l'ultimo atto dei diritti tv della Serie A.

Si chiude la telenovela dei diritti tv della Serie A, almeno per quanto concerne il capitolo riguardante MediaPro, il 2 giugno ci sarà quasi certamente l’ultimo atto per l’assegnazione del bando, il terzo dell’anno, probabilmente assegnato totalmente a Sky, almeno per quanto riguarda appunto la proposizione televisiva dei contenuti.

Diritti tv Serie A, i club hanno votato

E’ finita per MediaPro ieri pomeriggio, con il voto unanime dei club di Serie A che hanno deciso per la risoluzione del contratto. L’azienda spagnola ci ha provato fino alla fine, offrendo nuove garanzie che però ancora una volta non hanno convinto. Certamente ormai c’era poco da fare, l’impressione è che a demoralizzare club e lega siano stati i progetti dell’azienda e non le garanzie economiche in sé. Dobbiamo dire infatti che gli spagnoli fino all’ultimo hanno provato a convincere la Lega a proporre un proprio canale per la trasmissione dei contenuti acquisiti e possiamo dire che questa sarebbe stata l’unica soluzione logica fin dall’inizio, una volta che i diritti erano passati in mano a loro.

Potrebbe interessarti anche: FIFA 18, data download DLC World Cup, cosa c’è nel pacchetto mondiali

L’operazione di intermediario, cioè rivendere poi quegli stessi contenuti a chi proprio non voleva saperne di spendere tutti quei soldi ci è sembrata poco ragionevole fin dall’inizio, insomma una soluzione che davvero non aveva ne capo né coda, e che ha portato inevitabilmente alla debacle di MediaPro. Chi ci guadagna in tutto questo? Semplicemente Sky che ora comanda totalmente la questione dei diritti televisivi. Ecco come dovrebbero essere programmati i prossimi step.

Entro l’8 giugno, dopo i primi incontri con i partecipanti, verranno pubblicati i pacchetti definitivi (uno per piattaforma e uno per prodotto). Il 12 verranno aperte le buste e avviata la fase cruciale dei rilanci che si dovrebbe chiudere la sera stessa con l’assegnazione finale. Probabilmente la lega cercherà di arrivare al miliardo e 50 che MediaPro voleva darle, lo stesso sostanzialmente della base d’asta iniziale. Stavolta però sarà meno dura e dovrebbe accontentarsi dei 950 che Sky metterà sul piatto con il piccolo sostegno di Mediaset (che quindi potrebbe prendersi le solite 6 o 7 big) e di Perform, l’emittente streaming per la messa in onda online.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp indigna gli utenti per il ritorno a pagamento, spunta in chat il messaggio

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie

I commenti sono chiusi.