Digitale terrestre, il 3 gennaio si cambia, ecco in quali regioni

Pronti per il nuovo digitale terrestre, dal 3 gennaio si parte con il nuovo switch off, ecco a quali regioni tocca.

di , pubblicato il
digitale terrestre

Ci siamo, finalmente il calendario segna la data del change, tutti pronti per il nuovo digitale terrestre che arriva in Italia dopo un’attesa praticamente interminabile, allungata anche dall’arrivo della pandemia. Quali sono le regioni che saranno coinvolte in questo primo swich off?

Digitale terrestre, switch off il 3 gennaio

In realtà non è il primo change per quanto riguarda il nostro paese, ad aprire le danze ci ha pensato infatti la Sardegna che ha effettuato lo switch off di alcuni canali già a novembre, precisamente il 15 del mese scorso. Per l’isola sarda il completamento del passaggio alla nuova tecnologia DVTB avverrà il 4 gennaio prossimo con l’aggiunta degli altri canali in HD, ossia Rai 1, Rai 2, Rai 3 Tgr Regionale e Rai News. Ma quali sono invece le regioni coinvolte nel cambio del 3 gennaio.

Ecco di quali regioni si tratta ora: Valle d’Aosta, il Piemonte, la Lombardia (tranne la provincia di Mantova) e le province di Piacenza, Trento e Bolzano. Queste le regioni italiane che dal 3 gennaio al 9 marzo dovranno aggiornare le frequenze e passare al nuovo standard tecnologico. Dal 9 febbraio al 14 marzo invece, toccherà al Veneto, alla provincia di Mantova, al Friuli Venezia Giulia e all’Emilia Romagna.

Nuovo digitale terrestre, gli altri switch

Per l’8 marzo è attesa la chiusura dell’attuale segnale Mpeg-2 per il passaggio definitivo a Mpeg-4. Fino al 31 dicembre del 2022 comunque le emittenti televisive potranno continuare a trasmettere in entrambe le codifiche, anche se le frequenze base, quelle che arriveranno sui primi numeri della sintonizzazione, riguarderanno solo la nuova tecnologia e per trovare le vecchie frequenze bisognerà andare molto più in là con la numerazione.

Ecco comunque le altre date in calendario per le restanti regioni italiane: dal 1° marzo 2022 al 15 maggio 2022 sarà la volta dell’Area 4 – Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche;
Dal 1° maggio 2022 al 30 giugno 2022 Area 1 B – Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania;
Da gennaio 2023 prevista l’attivazione dello standard DVB-T2 a livello nazionale.

Potrebbe interessarti anche Serie tv più piratate quest’anno, ecco la classifica, al primo posto WandaVision

Argomenti: ,