Digitale terrestre, il 20 ottobre si chiude, ecco i canali Rai e Mediaset che si spengono

Alcuni canali Rai e Mediaset si spegneranno il 20 ottobre

di , pubblicato il
digitale terrestre

Ci siamo, un altro step per il nuovo digitale terrestre sta per essere completato. Il 20 ottobre alcuni canali Rai e Mediaset passeranno definitivamente in HD, scomparendo quindi dai vecchi televisori che trasmettono ancora in SD. Ecco quali.

Digitale terrestre, nuovo step

È il 20 ottobre la data da segnare in calendario per il nuovo passo verso il digitale terrestre, lo standard DVB-T2 che che porterà nelle case di milioni di italiani la nuova tecnologia sostenuta dall’Unione Europea. Come dicevamo, quello del 20 ottobre è solo un altro piccolo tassello del mosaico, non il passaggio definitivo. Intanto, i canali Rai e Mediaset, subiranno un altro brusco cambiamento, certo non tutti, ma alcuni non saranno più visibili sui vecchi televisori.

Il grande switch off sarà completato entro il 2023 in tutta Italia, ma intanto non mancano i cambiamenti. Come dicevamo, si tratta di alcuni canali Rai e Mediaset, rispettivamente 9 canali tematici della tv di stato e 6 canali tematici di quella privata del Biscione. Se la vostra tv non è predisposta per la visione in HD, allora non vi resterà altro da fare che acquistare un nuovo decoder, e vi ricordiamo che lo stato ha stanziato deo bonus per tale acquisto.

Digitale terrestre, quali canali spariscono?

Ecco i canali Rai che passano all’HD:

Rai 4 (LCN 21)
Rai 5 (LCN 23)
Rai Movie (LCN 24)
Rai Premium (LCN 25)
Rai Gulp (LCN 42)
Rai Yoyo (LCN 43)
Rai Storia (LCN 54)
Rai Sport+ HD (LCN 57)
Rai Scuola (LCN 146)

Ed ecco invece quelli Mediaset:

TGCom24 (LCN 51)
Italia 2 (LCN 66)
Boing Plus (LCN 45)
Radio 105 (LCN 157)
R101 TV (LCN 167)
Virgin Radio TV (LCN 257

Di seguito le date previste per lo switch off completo:

Dal 15 novembre 2021 al 18 dicembre 2021 previsto il passaggio in Area 1 A – Sardegna;
Dal 3 gennaio 2022 al 15 marzo 2022, Area 2 Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano, Area 3 – Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza;
Dal 1° marzo 2022 al 15 maggio 2022 sarà la volta dell’Area 4 – Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche;
Dal 1° maggio 2022 al 30 giugno 2022 Area 1 B – Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania;
Da gennaio 2023 prevista l’attivazione dello standard DVB-T2 a livello nazionale.

Potrebbe interessarti anche WhatsApp saluta questi smartphone, da 1 novembre l’app non sarà più disponibile

Argomenti: