Data Privacy Day oggi 28 gennaio, ecco cos’è e a cosa serve

La giornata della privacy, oggi si fa informazione con il Data Privacy Day, ecco l'evento celebrato ogni 28 gennaio.

di , pubblicato il
google

Oggi è il Data Privacy Day, meglio noto in Europa come Protection Day, anche se scommettiamo che la stragrande maggioranza non l’ha mai sentito. E’ la dodicesima edizione dell’evento, la prima volta infatti risale al lontano 2007. Ma di cosa si tratta?

Oggi è il Data Privacy Day

Come ogni 28 gennaio si promuove anche quest’anno la protezione dei propri dati online e si sensibilizza tutti gli internauti a prendere visione delle note informative sulla propria privacy.

Scopo dell’evento è quindi proprio questo, ricordare agli utenti i rischi del web sensibilizzandoli alle migliori pratiche in materia di privacy e protezione dei dati. Attualmente è osservato negli Stati Uniti, in Canada, in India e in 47 paesi europei. Naturalmente Google non si è fatto scappare l’evento e lo ha promosso con un link sotto la pagina di ricerca informando gli utenti con tanto di rimando alle proprie impostazioni di privacy. Ecco cosa è possibile sapere cliccando sul suddetto link.

1- Attività Web e App

Usata dall’Assistente Google, da Google Maps e da altri prodotti
Google sta salvando nel tuo Account Google la tua attività sui siti e le app Google, incluse le ricerche e le informazioni associate, come la posizione. Google salva anche attività quali le app che utilizzi, la cronologia di Chrome e i siti visitati sul Web.

Questa impostazione consente a Google di darti più velocemente i risultati completando automaticamente le ricerche, nonché di offrirti esperienze più efficienti e personalizzate in Maps, nell’assistente e in altri servizi Google.

2 – Cronologia delle posizioni

Google crea una mappa privata dei tuoi spostamenti con i dispositivi su cui hai eseguito l’accesso, anche quando non utilizzi un servizio Google specifico. Questa mappa è visibile solo a te.

Questa impostazione permette di offrirti ricerche sulla mappa e percorsi per il tuo tragitto giornaliero migliori. Ti consente inoltre di riscoprire i luoghi in cui sei stato e gli itinerari percorsi.

3 – Informazioni sul dispositivo

Google sta memorizzando nel tuo Account Google informazioni su contatti, calendari, app, musica e altri dati dei tuoi dispositivi.

Questi dati vengono usati per consentire a Google di riconoscere le informazioni memorizzate sul tuo dispositivo, ad esempio i nomi dei contatti, nonché per altri miglioramenti.

Questa impostazione è diversa da quella di sincronizzazione del dispositivo.

4 – Attività Vocale e audio

Quando usi i comandi vocali (ad esempio “Ok Google”) o tocchi l’icona a forma di microfono, Google memorizza la tua voce e altro audio eventualmente presente.

Google utilizza questi dati per migliorare la funzione di riconoscimento vocale e comprenderti meglio

5 – Cronologia delle ricerche su Youtube

Google memorizza le ricerche eseguite su YouTube nel tuo Account Google.

Questa impostazione può consentire di velocizzare le ricerche future e di migliorare i consigli su YouTube e altri servizi Google.

6 – Cronologia visualizzazione Youtube

Google memorizza i video di YouTube guardati nel tuo account.

Questa impostazione può aiutarti a trovare più facilmente i video guardati di recente e consente di migliorare i consigli su YouTube e altri servizi Google.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp, come inviare messaggi senza entrare in chat?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: