Dark Souls 3: combattimenti in stile Bloodborne?

Ultime novità su Dark Souls 3: stavolta parliamo di nuovi sistemi di combattimento e grafica.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Ultime novità su Dark Souls 3: stavolta parliamo di nuovi sistemi di combattimento e grafica.

Un’interessante intervista di Edge a From Software ha messo in luce alcune novità che vedremo su Dark Souls 3 in uscita a inizio 2016. Gli sviluppatori del team guidato da Hidetaka Miyazaki hanno infatti rivelato come il successo ottenuto da Bloodborne, esclusiva per PS4, influirà e non poco alcune componenti del nuovo capitolo della saga dei Souls, che ricordiamo non sarà l’ultimo, come affermato dallo stesso Miyazaki. A ricevere tali cambiamenti innanzitutto il sistema di combattimento, che promettono essere più agile, veloce e potente; il nostro eroe sarà infatti più leggero e si muoverà con maggiore grazia anche nei suoi attacchi d’affondo. Gli utenti avranno anche la possibilità di disattivare l’HUD, proprio come in Bloodborne, pulendo la schermata dalle informazioni di gioco.   Si parla così di movimenti più velocizzati e agili, sia quelli del nostro protagonista – che comunque dovrà a essere pronto a morire un sacco di volte – sia quelli delle armi. Il sistema di combattimento rappresenterà quindi un’innovazione che non ha precedenti negli altri capitoli della saga. Ci saranno anche nuove modalità di attacco che ci consentiranno di procurare danni a quattro nemici contemporaneamente, così potenti da far fuori la loro guardia e sbilanciarli, a patto che indossino un’armatura non troppo pesante. Un’altra modalità di attacco, sfruttabile su nemici di piccolo o medio taglio, ci permetterà di scagliare letteralmente in aria i nemici procurando ingenti danni alla loro ricaduta a terra.   Gli amanti dell’arco saranno felici di sapere che nel nuovo Dark Souls le frecce scagliate a una media distanza procureranno più danni ai nemici, mentre le torce non resteranno ancorati nel loro ruolo di luci nell’oscurità, ma potranno essere utilizzate anche per esplorare meglio determinati ambienti e soprattutto per allontanare o ferire nemici poco temibili. Anche i contrattacchi subiranno un miglioramento, soprattutto dopo la schivata di un colpo avversario. Sperando che tutto questo non infici sulla difficoltà del gioco, che i fan di Dark Souls amano fino alla follia – ma dopotutto i nemici respawneranno sempre – le novità riguardano anche il comparto visivo del gioco, che sarà molto più rifinito e dettagliato (su console girerà con risoluzione 1080p a 30fps), a prova di next-gen, insomma.     Fonte | Edge

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Videogiochi, Dark Souls 3