Dall’iPhone 6 al Galaxy Note 4: tutto quello che dobbiamo ancora vedere

Cosa ci aspetta nel prossimo futuro sul fronte tech? Superata la metà del 2014 è tempo di dare uno sguardo in avanti e scoprire cosa ci sta per offrire il mercato.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Cosa ci aspetta nel prossimo futuro sul fronte tech? Superata la metà del 2014 è tempo di dare uno sguardo in avanti e scoprire cosa ci sta per offrire il mercato.

Superata ormai la metà dell’anno e in attesa di un autunno che già si preannuncia bollente sotto il profilo tech, non ci resta che riordinare le idee e redigere un breve elenco di tutto quello che dobbiamo ancora vedere sul fronte tecnologico: dall’iPhone 6 al Galaxy Note 4, passando per iOS 8, Android L, la realtà virtuale, la console Steam e tutta quella serie di smartwatch che colonizzeranno i nostri polsi a partire da questa estate.   LEGGI ANCHE Nuove voci su iPhone 6: ecco i rumors post Swift iPhone 6 con ricarica wireless e logo illuminato? iOS 8: ecco quando uscirà e come sarà  

Novità tech: cosa dobbiamo aspettarci?

  • iPhone 6: tra foto di indubbia veridicità e concept astrusi, gli ultimi rumors sull’iPhone 6 ci parlano di ricarica wireless, logo illuminato all’arrivo di una notifica e integrazione del modulo NFC. Ne usciranno 2, uno dallo schermo più grande (5,5 pollici) per accontentare un’altra fascia di utenza e dovrebbe costare 100 euro in più.
  • iOS 8: annunciato a inizio giugno, si presenta rivoluzionario soprattutto nel suo concept, integrando funzionalità dedicate alla salute e alla domotica, migliorando il servizio di assistenza vocale e aiutando gli sviluppatori a creare giochi appositamente per la nuova versione con una grafica ottimale. Attendiamo di averlo tra le mani, magari sul nuovo iPhone 6.
  • iPad Air 2: non ci si aspetta nessuna grande rivoluzione, nessun gran cambiamento dal nuovo iPad Air, ma un miglioramento sotto la’spetto del processore e un’ottimizzazione del Touch ID sul quale Apple sembra puntare moltissimo.
  • Apple iWatch: si parla di un display OLED forse flessibile e di una serie di applicazioni dedicate al mondo della salute e del benessere fisico. Equipaggiato con una versione personalizzata di iOS 8, uscirà in autunno (sperando di sentire qualche anticipazione molto prima).
  • Galaxy Note 4: design e colori saranno pressoché identici al Galaxy S5, ma con il Note 4 Samsung vuole puntare forte sul display che sarà un pannello da 5,7 pollici con risoluzione qHD (2560×1440 pixel).
  • Android L: la nuova interfaccia utente e il sistema di ottimizzazione e risparmio dei consumi energetici volto ad allungare l’autonomia della batteria sono solo due tra i principali punti di forza della nuova versione del robottino verde, di cui ancora non si ha un nome ufficiale. Android L sarà comunque al centro di tutti i dispositivi equipaggiati con l’OS Google, anche sugli smartwatch (ma con le dovute personalizzazioni).
  • Moto 360: con un display circolare da 1,8 pollici, lo smartwatch Motorola è uno dei più attesi di tutto il settore e uscirà in ritardo rispetto allo LG Watch e al Samsung Gear Live. Esteticamente pregevole, anche se le dimensioni risultano piuttosto generose, Moto 360 si arricchirà di una serie di funzioni pensate appositamente per agevolare la vita quotidiana dell’utente.
  • Realtà virtuale: tra Oculus Rift e Project Morpheus, la realtà virtuale sembra rappresentare un terreno fertile da coltivare per le prossime innovazioni, soprattutto in campo videoludico. E se i nuovi videogiochi passassero proprio da qui? Molto probabile: sembra davvero difficile che si ripeta il flop del 3D, ma per questo dovremmo aspettare tutto il tempo che occorre agli sviluppatori per creare un nuovo tipo di universo capace di coinvolgerci e avvolgerci letteralmente.
  • Valve Steam Machine: si parla di un ibrido tra PC e console che offrirà all’utente una nuova esperienza nel vivere e giocare ai videogiochi. L’attesa è crescente: si parla di un lancio previsto entro il 2014, ma qualcosa ci dice che se ne potrebbe riparlare a inizio 2015. Staremo a vedere, sfregandoci le mani.
  • TV: va bene puntare all’interattività, ma perché non tornare alla vecchia esperienza di semplice entertainment? E così ci si sorprenderà tra TV sempre più curvi e avvolgenti a schermi “pieghevoli”, passando per i TV 4K il cui listino prezzi sta finalmente scendendo, soprattutto grazie a Samsung, in grado di offrirci TV dagli schermi enormi e dalla migliore risoluzione a un prezzo che scende fino ai 1.000 dollari.
  • Auto intelligenti: difficile definire “smart” un’auto senza confonderla con la nota marca, ma è proprio un’auto intelligente che nel prossimo futuro andremo a guidare, con sistemi operativi personalizzati e assistenti vocali sempre più perfetti a bordo che ci convinceranno a tenere per una buona volta le mani sul volante e gli occhi incollati alla strada.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Smartwatch, Smartphone, Tablet