GamerHash, la piattaforma al confine tra gioco e negozio per criptovalute

Piattaforma gioco per criptovalute, ecco GamerHash.

di , pubblicato il
Bitcoin

Le criptovalute stanno vivendo una seconda esplosione, e in questo momento sembra che ogni aspetto del fenomeno possa diventare oro. Anche GamerHash, piattaforma che consente ai videogiocatori di estrarre criptovalute utilizzando i loro PC da gaming, si presenta come potenziale fenomeno da exploit.

Le criptovalute di GamerHash

In Corea del Sud i mercati delle criptomonete sono particolarmente floridi, e c’è una piattaforma che vuole sfruttare l’onda più di quanto siano provando a fare già altre, e quanto meno non di meno. Stiamo parlando di GamerHash, una piattaforma che in soli tre anni ha ottenuto oltre 570.000 utenti, ora tenta la scalata al successo anche nella terra di Samsung, LG e gli altri colossi del settore tech. L’azienda stima che, grazie a questa espansione, raggiungerà entro la fine del 2021 una base di utenti di 1,5 milioni.

La piattaforma permette di effettuare azioni miner sulle criptovalute usando i loro PC da gaming. È incentrata sui beni digitali e sugli NFT e consente anche ai videogiocatori di avere accesso delle ultime schede grafiche di Nvidia. Il funzionamento della piattaforma è molto semplice. Innanzitutto, elimina gli ostacoli tecnici che sono spesso associati al mining di criprovalute. Inoltre permette agli utenti di condividere la loro potenza di calcolo in eccesso grazie a un’app in background. A questo punto, il software determina la criptovaluta migliore da estrarre premiando i videogiocatori per lo sforzo attuato.

Piattaforma per ottenere crypto

Estrarre criptovalute non è semplice per tutti. Non tutti i giocatori infatti possiedono un hardware adatto a tale scopo. Per questo motivo GamerHash mette a disposizione una funzione alternativa chiamata Play&Earn. Con questa funzione i giocatori possono ottenere ricompense scaricando app sul telefono oppure completando missioni, o giocando a titoli specifici.

Sulla piattaforma è possibile acquistare più di 600 prodotti: oltre ai giochi, anche carte regalo e oggetti da collezione, il tutto senza che l’utente abbiamo bisogno di associare carte o conti bancari. Gli sviluppatori stanno inoltre lavorando ad un mercato peer-to-peer per NFT. Fa parte, in quanto silver partner, della Blockchain Game Alliance, una delle associazioni dedicate a criptovalute e videogiochi più influenti al mondo.

Ecco le parole di Artur Pszczolkowski, Chief Marketing Officer di GamerHash, in merito all’espansione in Corea del Sud: “Il Paese è celebre per l’adozione delle criptovalute, nonché per essere una Mecca per tutti i videogiocatori: una grossa percentuale della società gioca regolarmente, tanto che molte celebrità provengono dal mondo dell’eSport. È un luogo in cui GamerHash vorrebbe essere molto più presente.”.

Potrebbe interessarti anche Smartphone 5G dalla Cina con furore, 27,5 milioni di unità spedite a marzo

Argomenti: ,