Meerkat: cos’è e come funziona l’app live streaming che spaventa Twitter

Un suricata fa tremare Twitter: si chiama Meerkat ed è un'app per il live streaming video che sta riscuotendo parecchio successo.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Un suricata fa tremare Twitter: si chiama Meerkat ed è un'app per il live streaming video che sta riscuotendo parecchio successo.

Un simpatico quanto pericoloso suricata spaventa Twitter: il suricata è un animale che vive nel deserto sudafricano e se non lo avete in mente, ricordatevi Timon in Il Re Leone, ma il suo nome è anche traducibile in meerkat, che poi è anche il nome dell’applicazione di cui andremo a parlare: Meerkat è un’app specializzata in live streaming video che sta spaventando moltissimo non solo Twitter – sul quale si appoggia – ma anche YouTube. Attiva da poco meno di un mese ha già una schiera di oltre 150 milioni di seguaci, una folla destinata ad aumentare nei prossimi mesi, considerando che attualmente Meerkat è disponibile solo su iOS.  

Come funziona Meerkat

Il successo di Meerkat è perfettamente comprensibile se andiamo a scoprire il suo scopo: quest’applicazione ci permette infatti di trasmettere in diretta gli eventi che stiamo seguendo, che siano concerti, fatti di cronaca o eventi sportivi, ai nostri followers su Twitter. Infatti si può entrare in Meerkat attraverso Twitter, dopo aver scaricato l’applicazione: una volta che si è iniziato a filmare è possibile mostrare ciò che si riprende ai nostri followers, visto che su Twitter comparirà in automatico il collegamento con il video che stiamo girando e che i nostri seguaci potranno commentare o inoltrare in tempo reale. Se poi ci mettiamo che è possibile anche programmare lo streaming, come se fossimo gli organizzatori di un palinsesto televisivo, è davvero molto facile capire perché Meerkat stia avendo così tanto successo.  

Ma Twitter ha paura

Twitter però non ci sta, si sente sfruttata da Meerkat: per questo motivo ha acquistato un’applicazione molto simile al suricata, che di nome fa Periscope. E per lanciare Periscope nel modo migliore, Twitter ha pensato bene di limitare Meerkat impedendo l’attivazione automatica delle notifiche relative all’inizio delle trasmissioni ai followers di un autore/produttore/reporter. Una funzione molto importante, il cui abbandono costringerà gli utenti di Twitter a trovare altre soluzioni. E chissà, forse costringerà gli autori di Meerkat anche ad abbandonare il social da 140 caratteri, con quest’ultimo che andrà inevitabilmente a perdere. Compiuti i 9 anni, la piattaforma di microblog non è ancora riuscita a trovare un modo efficace per ricavare reddito: limitare un’app di successo non sembra essere la soluzione giusta.   Fatto sta che Meerkat agisce proprio come un suricata: questi animaletti uccidono e mangiano animali velenosi come serpenti e scorpioni. A questi ultimi strappano il pungiglione prima di ingoiarli dalla testa. E se Meerkat facesse lo stesso con Twitter?  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Applicazioni iOS