Cortana su Windows Phone 8.1: è subito sfida con Siri di Apple

Microsoft ha annunciato Windows Phone 8.1 e Cortana: il sistema operativo dei Lumia diventa così grande e maturo e si affianca ai più esperti Android e iOS. Vediamo quando uscirà e come funziona il nuovo assistente vocale di Microsoft.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Microsoft ha annunciato Windows Phone 8.1 e Cortana: il sistema operativo dei Lumia diventa così grande e maturo e si affianca ai più esperti Android e iOS. Vediamo quando uscirà e come funziona il nuovo assistente vocale di Microsoft.

Un giorno parleremo con il nostro smartphone e quello ci risponderà con frasi articolate e intelligentemente costruite. Almeno è questa strada che sta percorrendo l’assistenza vocale integrata nei più recenti sistemi operativi. Da Siri di Apple a Cortana di Microsoft sui device con Windows Phone 8.1, si arriverà un domani ad ascoltare voci più costruite con cui ci si potrà perfino fare dei discorsi. Sicuramente Cortana su Windows Phone 8.1 rappresenta una delle novità più attese, decisamente la più interessante, anche se il suo lancio ufficiale definitivo è previsto tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015. Tra poco sarà disponibile in versione Beta solo per gli utenti USA, dai quali potremo comunque ricevere segnali importanti per comprendere al meglio Cortana, nome familiare agli appassionati di Halo

 

LEGGI ANCHE

Windows Phone sceglie l’assistente vocale: quando arriverà “Cortana”?

 

Windows Phone 8.1: ecco le principali novità

Windows Phone 8.1 è un update molto atteso che finalmente giungerà su tutti i device nelle prossime settimane e mesi. Tra le novità principali apportate dal nuovo update dell’OS Microsoft figurano features in grado di ottimizzare il livello di personalizzazione, lo sfondo dello start screen, l’Action Center e il nuovo assistente vocale. 

L’Action Center sopraccitato è una delle novità più apprezzate portate da Windows Phone 8.1, un centro notifiche che si può attivare tramite uno swipe all’ingiù e che presenta una barra di impostazioni veloci che l’utente potrà personalizzare a proprio piacimento per un massimo di 4 icone oltre alle notifiche delle app, lacuna su cui i tipi di Windows hanno lavorato per recuperare il gap con i precedenti sistemi operativi. 

Infatti, la prima impressione che l’OS comunica è quella di volersi accostare a sistemi operativi più quotati come Android e iOS, non solo per l’ottimizzazione del centro notifiche, ma anche per altre funzioni che molti utenti Windows Phone aspettavano da parecchio. 

Tra le altre novità degne di segnalazione, l’ottimizzazione per gli utenti business grazie al supporto a Enterprise VPN e S/MIME finalizzate alla cifratura delle e-mail e la “democratica” WiFi Sense, che non solo permetterà all’utente di connettersi automaticamente con gli hotspot più vicini, ma anche di consentire agli amici fidati di collegarsi in automatico alla propria connessione. 

Last, but (absolutely) not the least, Cortana…

 

Cortana: cos’è e come funzionerà

E’ stato probabilmente l’annuncio più importante: sul suo nome e le sue funzionalità impazzano da tempo numerose indiscrezioni, ma finalmente Microsoft ha tolto il velo a Cortana, l’assistente vocale per Windows Phone che sfida direttamente (e con ironia) Siri di Apple e Google Now. 

Ancora in fase di ottimizzazione (durante la presentazione si è incorso in qualche bug), Cortana si appoggia al search engine Bing e sarà in grado di migliorarsi con il tempo, conoscendo più da vicino l’utente, le sue esigenze e il tipo di risposte che vuole sapere. 

Per approfittarsi dei servigi di Cortana sarà sufficiente richiamare l’assistente vocale dalla home attraverso una tile dedicata: a questo punto sarà possibile farle qualsiasi domanda, vista l’ottimizzazione per qualsiasi tipo di ricerca: da Cortana a Bing il passo è breve, ma anche Bing farà il suo “sporco” lavoro affidandosi a un ricco database di informazioni.

E se le prime volte potrà apparire un po’ incerta, con il tempo Cortana migliorerà nel dare risposte giuste e precise: esattamente come un essere umano, bisognerà imparare a conoscersi per sfruttare tutte le potenzialità di questo nuovo servizio che in Europa sarà disponibile nel 2015 (tranne nel Regno Unito che uscirà entro la fine del 2014).  

Infine, Cortana conosce anche l’ironia, e proprio con ironia ha risposto a una domanda su Siri in uno dei numerosi promo pubblicitari disponibili sulle principali piattaforme di video online. Alla domanda “Cosa ne pensi di Siri?“, Cortana ha risposto: “Difficile da dire, poiché la conversazione è a senso unico”. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

I migliori 5 giochi per Windows Phone di marzo 2014

Le migliori 5 app gratis per Windows Phone di marzo 2014

 

Insomma, Cortana promette bene e noi siamo davvero ansiosi di fare la sua conoscenza. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sistemi operativi, Nuove tecnologie