Coronavirus, IBM prepara super computer per combattere il Covid 19

IBM e Casa Bianca sfornano il super computer per trovare la cura contro il Coronavirus.

di , pubblicato il
IBM e Casa Bianca sfornano il super computer per trovare la cura contro il Coronavirus.

Anche IBM si tuffa in prima persona contro il Coronavirus in una sorta di solidarietà tecnologica, da non confondere con l’associazione Solidarietà Digitale che sta effettivamente contribuendo con una serie di offerte. L’ovbiettivo i IBM infatti è quello di creare un vero e proprio super computer capace di trovare una cura contro il Covid 19.

IBM vs Coronavirus

Grazie all’appoggio della Casa Bianca, IBM sembra in procinto di iniziare i lavori per quello che sarò un super computer in grado di trovare una cura contro questa pandemia. Il super cervello elettronico è già pronto, e c’è già il nome, si chiama COVID-19 High Performance Computing Consortium. In realtà è quasi un consorzio di computer, visto che ne comprende 16 che verranno utilizzati per calcolare e studiare i virus.

E dire che proprio pochi giorni fa IBM aveva come obiettivo tutt’altro, aveva infatti chiesto ai migliori sviluppatori del mondo di trovare la soluzione per i cambiamenti climatici, ora però tutto cambia, la grande battaglia da vincere è quella contro il Coronavirus. Mentre gli sviluppatori cercano soluzioni per i sistemi di comunicazione, didattica digitale e cooperazione tra comunità, il consorzio sarà impegnato in un compito più arduo che richiede un’enorme potenza di calcolo.

Questo super computer è dotato di oltre 775.000 core CPU e 34.000 GPU per una potenza superiore ai 330 PFLOPS. Riuscire quindi a trovare un vaccino con questo sistema, invece della ricerca manuale, potrebbe permette di ridurre in maniera drastica e decisiva i tempi di ricerca. Staremo a vedere.

Potrebbe interessarti anche Wildix contro il Coronavirus, la compagnia si unisce alla Solidarietà Digitale

Argomenti: