Coronavirus, arriva intelligenza artificiale che riconosce i malati

Intelligenza artificiale cinese per riconoscere i malati di coronavirus, ecco la nuova invenzione Alibabà.

di , pubblicato il
Intelligenza artificiale cinese per riconoscere i malati di coronavirus, ecco la nuova invenzione Alibabà.

Interessanti notizie dalla Cine nella lotta al coronavirus, arriva l’Intelligenza artificiale che riconosce i pazienti infetti. Si chiama Alibabà ed è un sistema basato sul machine Learning.

Intelligenza artificiale per il coronavirus

Un test per riconoscere le persone affette da coronavirus in soli 20 secondi, questa la grande scoperta degli sviluppatori di Damo Academy, i quali promettono un’accuratezza del 96%. Considerando che i medici devono diagnosticare la patologia leggendo analisi e tac, e tale procedimento impiega dai 5 ai 15 minuti, si tratta di un’invenzione davvero importantissima.

Gli algoritmi creati dagli sviluppatori sono quindi in grado di individuare tale patologia in soli 20 secondi, e considerando come tale virus si stai espandendo a macchia d’olio anche nel nostro paese, la speranza è che presto l’equipe sanitaria nostrana possa collaborare con la Damo Academy o comunque avvalersi di tale invenzione per accelerare i tempi.

Il nuovo metodo basato sull’intelligenza artificiale è stato già sperimentato su oltre 5000 casi e attualmente viene utilizzato dall’ospedale di Qiboshan, a Zhengzhou, nella provincia di Henan. Inizialmente utilizzato per diagnosticare i casi spsoetti di Sars, da domenica scorsa l’ospedale di Qiboshan accoglie i casi sospetti di Covid-19. La Cina, però, ora conta di poterlo impiegare in almeno 100 ospedali del paese.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus, Xiaomi aiuta l’Italia con la donazione di mascherine protettive

Argomenti: