Commodore is back… con uno smartphone

Nasce da due imprenditori italiani l’idea di uno smartphone targato Commodore equipaggiato con OS Android in grado di supportare i videogiochi di Amiga e del mitico Commodore 64.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Nasce da due imprenditori italiani l’idea di uno smartphone targato Commodore equipaggiato con OS Android in grado di supportare i videogiochi di Amiga e del mitico Commodore 64.

L’indiscrezione viene da Wired: Commodore is back! Ebbene sì, la mitica azienda che ci fa versare sempre qualche lacrima di nostalgia, ha in preparazione uno smartphone. Sarà prodotto da due imprenditori italiani, Massimo Canigiani e Carlo Scattolini, e il dispositivo porterà il nome di PET. Sì, avete capito bene, PET, proprio come uno dei primissimi computer realizzati da Commodore. Che non è più, lo ricordiamo, la Commodore che andò in bancarotta nel lontano 1994, bensì è il nuovo marchio per cui i due italiani ne hanno acquistato i diritti in 38 Paesi. E che ora intendono rilanciarla con uno smartphone pensato per i più nostalgici, visto che supporterà due emulatori capaci di far girare videogiochi di Amiga e del mitico e compianto Commodore 64. Ma com’è fatto il nuovo smartphone Commodore PET? Andiamo subito a scoprirlo. Commodore PET sarà caratterizzato da un design abbastanza comune, con policarbonato misto ad alluminio – che ricopre il telaio. L’icona principale di questo smartphone sarà la C di Commodore, che potrebbe rappresentare anche il pulsante Home. Per il resto a bordo troveremo un display da 5,5 pollici con risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel, tecnologia IPS e vetro di protezione Gorilla Glass 3. Il cuore di questo device sarà rappresentato da un processore MediaTek octa-core da 1.7 GHz a 64-bit coadiuvato da GPU Mali T760. Il comparto fotografico vanterà un sensore posteriore di 13 megapixel con risoluzione foto fino a 4096×2304 pixel e risoluzione video fino a 1080p. Il sensore anteriore, invece, sarà di 8 megapixel e disporrà di un obiettivo grandangolare di 80 gradi. Non mancherà lo slot per la dual SIM, il supporto alla connessione 4G LTE e una capiente batteria da 3000 mAh. A bordo troveremo Android – ultima versione – ma vi saranno anche alcune features personalizzate e un sistema di gestures per un utilizzo più rapido del dispositivo. La grande novità di Commodore PET sta però nei suoi due emulatori, che saranno in grado di far girare i vecchi titoli con cui giocavamo sulle console Amiga e Commodore 64, giochi che saranno scaricabili sullo store e che inevitabilmente ci trasmetteranno un sacco di benefica nostalgia senza ovviamente contare il puro divertimento. Commodore PET, che un utente di Android Police ha scoperto però essere un rebrand di un anonimo smartphone cinese denominato Orgtec WaPhone, sarà disponibile in 2 versioni: la prima che avrà 2 GB di RAM e un taglio di memoria di 16 GB costerà 275 euro, mentre la seconda, con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna costerà 330 euro. La disponibilità dovrebbe avvenire nelle prossime settimane nel nostro Paese.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Smartphone

I commenti sono chiusi.