Come sarà il mercato degli smartphone fra 5 anni?

Secondo una ricerca di IDC, il mercato degli smartphone per i prossimi 5 anni non si muoverà più di tanto: Windows Phone e OS emergenti guadagneranno un po' di terreno, mentre Android e iOS continueranno la loro guerra a distanza. Vediamo le stime più nel dettaglio.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Secondo una ricerca di IDC, il mercato degli smartphone per i prossimi 5 anni non si muoverà più di tanto: Windows Phone e OS emergenti guadagneranno un po' di terreno, mentre Android e iOS continueranno la loro guerra a distanza. Vediamo le stime più nel dettaglio.

IDC ha intrapreso uno studio sul mercato degli smartphone e sulle sue prospettive, stimandone le vendite e gli eventuali incrementi per i prossimi 5 anni. Suddividendo gli smartphone per sistema operativo, IDC non ha illustrato grandi sorprese, fatta eccezione per gli OS emergenti, mentre per Android e iOS non dovrebbero esserci novità particolari, con il primo sistema operativo a dominare il mercato, iOS che si tiene a distanza e Windows Phone che continua la sua scalata, seppur non velocissima.   LEGGI ANCHE Come e perché si sceglie uno smartphone?  

Android, iOS, Windows Phone e gli altri nel 2018

Android primeggia in assoluto nella classifica stimata da IDC, con 997,7 milioni di smartphone spediti (la cifra è ovviamente solo una stima) nel 2014, con una quota di mercato complessiva dell’80,2%. Entro i prossimi 5 anni l’istituto prevede un discreto rallentamento con una riduzione della quota di mercato nel 2018 al 77,6% con poco più di 1 miliardo e 400 milioni spedizioni stimate. Dal 2013 al 2018 Android è incrementato del 12%. Segue ovviamente iOS: la diminuzione di quota di mercato nei prossimi 5 anni riguarda anche il sistema operativo Apple, che nel 2014 si prevede raggiunga le 184 milioni di spedizioni, mentre nel 2018 dovrebbero essere poco meno di 250 milioni. La crescita in 5 anni si attesta al 10%. Ad aumentare la sua quota di mercato ci penserà Windows Phone, che tuttavia sarà ancora lontano da iOS anche nel 2018. Il sistema operativo mobile Microsoft arriverà entro la fine del 2014 a 43,3 milioni di spedizioni, cifra che nel 2018 dovrebbe arrivare a 115 milioni per una crescita complessiva del 28,1% nel giro di 5 anni. Anche i sistemi operativi emergenti ne approfitteranno, immaginiamo soprattutto nei mercati emergenti, andando a conquistare il 2,1% del mercato rispetto allo 0,7% previsto per il 2014. Il crollo stimato di BlackBerry, così come tutte le altre stime, è invece da prendere con le pinze: se le cose dovessero restare così, BlackBerry vedrebbe un ulteriore calo dello 0,5% nella quota di mercato del 2018, arrivando allo 0,3% e procedendo così alla conseguente sparizione, ma BlackBerry, con ogni probabilità, o si rilancerà nei mercati emergenti oppure cambierà settore, rinnovandosi di conseguenza o sparendo da questa classifica.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Buzz, Smartphone