Come cambiare le impostazioni sulla privacy di Facebook

Come modificare le impostazioni sulla privacy su Facebook? Ecco una breve guida che illustra tutte le azioni da effettuare per limitare l'accesso pubblico ai nostri contenuti.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Come modificare le impostazioni sulla privacy su Facebook? Ecco una breve guida che illustra tutte le azioni da effettuare per limitare l'accesso pubblico ai nostri contenuti.

Privacy e Facebook sono due parole che spesso troviamo nella stessa frase: se avete creato un profilo su Facebook ma ora volete cambiare alcune impostazioni sulla privacy, magari per impedire a illustri sconosciuti di visualizzare le vostre informazioni, oppure per evitare di essere taggati senza il vostro consenso in una foto “scomoda”, o ancora se volete che qualcuno non legga i vostri post e commenti e non vi rintracci, c’è un modo semplice per tutelarsi: basta recarsi sulle impostazioni del noto social network e modificare alcuni elementi. Andiamo a vedere come.   TI POTREBBE INTERESSARE Quanto vale un like su Facebook: i social network causano depressione? C’eravamo tanto amati su Facebook: chi sono gli amici più rimossi?  

Come impostare la privacy su Facebook

Vi trovate già sulla vostra homepage di Facebook: se sì, bene, altrimenti andateci, così scopriamo come cambiare le impostazioni sulla privacy di Facebook. In alto a destra, accanto alla barra delle notifiche, troviamo una piccola icona che rappresenta un lucchetto. Cliccandoci sopra, troveremo 3 voci in bell’evidenza:

  • Chi può vedere le mie cose?
  • Chi può contattarmi?
  • Qualcuno mi infastidisce. Come faccio a farlo smettere?

Procediamo con ordine e cominciamo a cliccare sulla prima voce.  

Chi può vedere le mie cose?

Una domanda altresì fondamentale per cominciare a mettere i paletti e proteggere il proprio profilo Facebook da occhi indiscreti e non richiesti. La prima sottocategoria ci chiede: Chi può vedere i miei post futuri? Ci sono 4 opzioni per rispondere a tale voce:

  • Pubblica: visibile a tutti;
  • Amici: visibile solo agli amici;
  • Solo io: visibile solo a voi;
  • Personalizzata: visibile solo ed esclusivamente a chi volete voi.

Cliccando su una tra queste opzioni avrete dunque la possibilità di cambiare i destinatari dei prossimi post che scriverete. Spostandoci più in basso, troviamo una domanda apparentemente complessa: “Da dove posso controllare gli utenti che possono vedere o cercare elementi che ho pubblicato o che contengono tag che mi riguardano?” La voce ci dice di trasferirci sul Registro Attività, altro spazio dove possiamo vedere nella colonna a sinistra i nostri post e quelli in cui siamo taggati, ovvero menzionati, che sia una foto o un semplice messaggio di testo. Da qui possiamo decidere se rimuovere un tag specifico o nasconderlo dal diario, in modo tale da renderlo invisibile. Facendo un passo indietro, l’ultima opzione ci dà l’opportunità di scoprire come gli altri vedono il nostro diario, che sia un amico in particolare oppure qualsiasi sconosciuto che clicchi sulla barra di ricerca di Facebook il vostro nome.  

Chi può contattarmi?

Spostandoci sulla seconda opzione, avremo la possibilità di decidere chi può contattarci e chi può chiederci l’amicizia. Cliccando su “Chi può contattarmi“, infatti, potremo impostare dei filtri su ciò che scriviamo, scegliendo tra i filtri di base, che sono quelli consigliati e standard, e quelli più restrittivi, che tuttavia potrebbero farci perdere dei messaggi di amici che potremmo conoscere, utile da attivare quando in realtà non vogliamo far leggere le nostre cose agli amici (e la domanda “che ce li abbiamo ancora a fare” sarebbe d’obbligo). Più in basso troviamo un’altra seconda opzione interessante: “Chi può inviarmi richieste d’amicizia?“, potendo scegliere tra tutti o solo ed esclusivamente tra gli amici degli amici. E’ ovvio che, essendo i gradi di separazione su Facebook drasticamente ridotti, scegliere la seconda opzione potrebbe equivalere alla prima, soprattutto se alcuni dei nostri amici sono molto “social” e hanno un grande bacino di utenti come amici.  

Qualcuno mi infastidisce. Come faccio a farlo smettere?

La terza voce è senza dubbio quella più delicata, perché ci consente di bloccare un utente e rimuoverlo dagli amici in modo tale che questi non sia più informato sulle nostre attività e non legga più le nostre informazioni o post. Questa opzione viene utilizzata in una buona parte dei casi per bloccare un utente con cui in realtà non abbiamo più niente a che fare.  

Vedi altre impostazioni

Cliccando sull’ultima voce, avremo la possibilità di tutelare la nostra privacy in modo più dettagliato e specifico: ritroviamo infatti le 3 opzioni di cui sopra ma con alcune meccaniche che potremo impostare per rendere il nostro profilo Facebook più protetto e al sicuro. Alla prima opzione, ad esempio, spunta la possibilità di restringere il pubblico per i vecchi post pubblicati sul diario, decidendo così di far visualizzare solo agli amici i vecchi post un tempo pubblici. Se invece alla seconda opzione rimane tutto immutato, la terza voce (“Chi può cercarmi“) risulta altrettanto interessante, visto che da qui si può decidere chi può cercarci utilizzando l’indirizzo e-mail o il numero di telefono da noi fornito (tutti, amici e amici di amici) e perfino di impedire ai motori di ricerca di rimandare al nostro diario. Insomma, ci si può perdere un po’ di tempo, ma se l’obiettivo è quello di dedicare un po’ di privacy al nostro profilo Facebook, sarà tempo ben speso.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Guide, Social Network