Clubhouse arriva su Android, ora la data è ufficiale al 100%

Ecco la data ufficiale di Clubhouse su Android.

di , pubblicato il
Clubhouse

Finalmente non ci sono più dubbi, Clubhouse, il social del vocali, è pronto per sbarcare su Android, e lo farà questo venerdì. Si tratta di uno step fondamentale per l’app, visto che si appresta ora a conquistare l’altra metà del mondo. Anzi, parliamo di ben più della metà, visto che gli smartphone Android rappresentano la più grossa fetta di mercato.

Clubhouse su Android

La data da segnare in calendario è il 21 maggio, questo venerdì infatti sarà la volta di Clubhouse su Android. I possessori di smartphone con questo sistema operativo potranno finalmente scaricare l’app sul proprio device, e si tratta sicuramente di una grande boccata di ossigeno per il social stesso, visto che dopo l’exploit dell’esordio, con il grande successo su iOS, dobbiamo dire che l’interesse è poi inesorabilmente calato, anche perché forse ha tardato un tantino troppo per arrivare sull’altra sponda del mobile.

C’è inoltre da dire che la concorrenza ha saputo catturare l’attenzione, tuffandosi subito in progetti simili da subito però disponibili per tutti. Sia Twitter che Telegram non sono infatti stati a guardare, e lo stesso Facebook si è detto pronto a lanciare una nuova funzione che emulasse quella di Clubhouse. Ora però l’artefice di tutto questo sta finalmente per tornare al centro dell’interesse. Lo start per Android però non sarà in contemporanea in tutto il mondo, ci sono infatti alcuni paesi che presederanno ad esempio l’Europa.

Giappone, Brasile e Russia: martedì (18 maggio)
Nigeria e India: entro la mattinata di venerdì (21 maggio)
Resto del mondo: nel pomeriggio di venerdì (21 maggio)

Clubhouse per tutti

Queste le date dell’arrivo del social vocale su Android, saremo gli ultimi, ma ci gusteremo la novità nel weekend.

L’azienda aveva promesso lo start su Android entro fine maggio, ma ha deciso di accelerare di una decina di giorni per tenere vivo l’interesse. Del resto, i numeri sono effettivamente in grande calo, dopo i quasi 10 milioni di download di febbraio, ci sono stati i 2,7 milioni di marzo e i soli 900 mila download di aprile. Insomma, un calo pesante che necessitava di questa immediata sterzata.

Vedremo però se poi anche con Android ci sarà lo stesso effetto, o se invece in questo caso l’azienda sarà in grado poi di volta in volta anche di rinnovarsi, proprio come ormai fanno da sempre i colossi del settore. A tal proposito, la versione del robottino di Big G, vanterà subito una novità, ovvero la funzione Payment, che permetterà agli utenti della piattaforma di monetizzare con le proprie condivisioni.

Potrebbe interessarti anche Twitter Blue, la versione a pagamento del social è in dirittura d’arrivo

Argomenti: ,