Clubhouse Payments, la funzione che permette agli utenti di pagare i creativi

Arriva la funzione che permette di pagare i propri creativi preferiti.

di , pubblicato il
clubhouse

Il nuovo social di cui tutti parlano continua a tenere banco, ci stiamo riferendo a Clubhouse. L’ultima notizia riguarda la nuova funzionalità che permetterà agli utenti di inviare denaro ai propri creatori di contenuti preferiti. Stiamo parlando della funzione denominata Clubhouse Payments; andiamo a scoprire nel dettaglio come funziona.

Clubhouse Payments, l’ultima novità

È notizia fresca dell’ultima ora, ma chissà da quanto tempo gli sviluppatori ci stavano lavorando, arriva infatti la funzionalità che permetterà agli utenti di inviare direttamente il proprio denaro ai creativi della piattaforma che giorno dopo giorno creano contenuti audio da caricare sull’app. La nuova funzione di monetizzazione naturalmente è stata lanciata e proposta in tutta sicurezza, così da offrire un servizio agli utenti assolutamente sicuro e performante.

Sulla news si legge che Clubhouse Payments è la prima di molte funzionalità che consentono ai creatori di essere pagati direttamente sul social, ma al momento Clubhouse non ha commentato la sua stessa nuova creazione, anche se da tempo sapevamo che l’obiettivo dell’azienda era proprio quella di creare un servizio simile. Il cofondatore Paul Davison aveva infatti dichiarato in passato che era intenzione degli sviluppatori creare un sistema che permettesse ai creativi di monetizzare in modo diretto e senza l’aiuto delle pubblicità.

Clubhouse Payments, come funziona?

Se vi state chiedendo come verrà effettuato il pagamento, la risposta è molto semplice: un utente può inviare un pagamento in Clubhouse accedendo al profilo del creatore a cui desidera donare i soldi. Se il creatore ha la funzione abilitata, l’utente potrà toccare “Invia denaro” e inserire un importo. Al creativo andranno il 100% della donazione, mentre il donatore dovrà accollarsi una piccola somma aggiuntiva, ovvero l’addebito per la commissione relativa all’elaborazione della carta.

È probabile che in un secondo momento verrà inserita anche la possibilità di inviare un messaggio insieme alla donazione, opzione che per ora comunque non è prevista dalla funzione. Intanto, già scattano parole di elogio verso Clubhouse che, come detto, non prende alcuna percentuale sulla donazione dedicata all’artista, ma soltanto quella relativa all’elaborazione del pagamento su carta. Un gesto che sicuramente fa capire quanto la piattaforma abbia a cuore il lavoro dei suoi creativi e sia interessata alla loro soddisfazione.

Potrebbe interessarti anche Telecomunicazioni, ciaone al 3G, ma il 2G paradossalmente serve ancora

Argomenti: ,