Clubhouse hackerato, ma il social dice di no

Condiviso il database di Clubhouse, attacco hacker per il noto social?

di , pubblicato il
Clubhouse Android

Su un forum alcuni hacker avrebbero condiviso un database contenente i dati di 1,3 milioni di utenti di Clubhouse, secondo questa notizia quindi il nuovo social sarebbe stato bucato dai cybercriminali, ma arrivano le smentite della stessa azienda. Come spiegare quindi la cosa?

Clubhouse, attacco hacker?

A riportare la notizia è il noto Cyber News, 1,3 milioni di utenti finiti alla mercé dei criminali del web con tutti i dati condivisi sul forum. Gli stessi hacker fanno sapere se tali informazioni sarebbero state recuperate grazie alla tecnica dello scraping, ovvero il recupero automatico attraverso software. La tecnica è usata sia da vere e proprie agenzie professioniste nel campo dell’hackeraggio, che da nerd particolarmente bravi che poi utilizzano i dati raccolti per ricattare le vittime o per vendere tutto sul dark web.

Di recente si è saputo che anche Facebook e LinkedIN hanno subito attacchi hacker con il conseguente furto dei dati, quindi a quanto pare ora anche il noto social dedicato ai messaggi vocali è finito nella stessa trappola dei cybercriminali. O forse no. Secondo lo stesso Clubhouse infatti le cose non stanno proprio così e sulla sua pagina Twitter arriva la smentita.

Clubhouse hackerato, sì o no?

Nessun attacco hacker, tuona Clubhouse, i dati rilasciati sul forum sarebbero semplicemente quelli accessibili a tutti tramite la loro Api ufficiale, ovvero l’interfaccia di programmazione dell’app. Quale che sia la verità, la sicurezza del nuovo social è stata messa in dubbio da subito dagli esperti, e infatti abbiamo già visto che molti sono riusciti a estrapolare spezzoni di audio e pubblicarli su altre piattaforme.

Insomma, il social dell’audio non brilla certo per sicurezza, eppure il successo continua.

Di recente si è saputo che Twitter ha provato ad acquistarlo per 4 miliardi, ma l’affare è saltato. Il social dei cinguettii ha quindi deciso di lanciare una piattaforma simile, cosa che stanno facendo anche tutti gli altri social, a riprova di quanto questo nuovo network sia stato ben accolto da tutti. E pensare che vede ancora limitato il suo successo soltanto al sistema iOS, non essendo ancora disponibile per Android.

Potrebbe interessarti anche Startup fintech AppZone, la bella realtà africana raccoglie 10 milioni

Argomenti: , ,