Chi è Pepper e come rivoluzionerà il turismo

Il robot Pepper inizierà a lavorare sulle navi Costa dalla prossima primavera 2016: ecco come potrebbe rivoluzionare il turismo.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il robot Pepper inizierà a lavorare sulle navi Costa dalla prossima primavera 2016: ecco come potrebbe rivoluzionare il turismo.

Lui si chiama Pepper ed è un robot sviluppato da Aldebaran Robotics in collaborazione con Softbank che è in grado di riconoscere e rilevare le emozioni umane. Ha origini giapponesi, ma di fatto è nato a Parigi, dove ha sede la società. Alto 1,20 centimetri, pesa 28 chilogrammi, costa tra i 1.500 e i 2.000 dollari: è sprovvisto di gambe – al loro posto delle ruote direzionali – e soprattutto è intelligente, visto che è caratterizzato da una tecnologia di riconoscimento vocale e da un sistema che gli consente di riconoscere le varie inflessioni tonali degli umani e quindi di identificarne le emozioni momentanee. Ok, direte voi, ma cosa c’entra Pepper con il turismo? E’ presto detto: Pepper salirà a bordo delle navi Costa, e ricoprirà il ruolo di un perfetto assistente di viaggio finalizzato all’accoglienza dei turisti e al loro intrattenimento.   Si tratta comunque di una svolta importante non solo per l’azienda delle navi da crociera, ma anche per il settore turistico tout court, visto che apre una porta ll’introduzione delle nuove tecnologie nel mercato dei viaggi e delle strutture ricettive turistiche. L’amministratore delegato di Costa, Michael Thamm, lo ha definito lui stesso “un passo molto importante verso un futuro digitale per i nostri brand”. Pepper inizierà a lavorare sulle navi targate AIDA Cruises e Costa Crociere e, stando alle parole del numero 1 di Aldebaran Robotics, Fumihide Tomizawa, assolverà i suoi compiti appieno: “Pepper è progettato per interagire con gli esseri umani, le loro emozioni ed esigenze. Siamo sicuri che sia perfetto per migliorare l’esperienza di viaggio degli ospiti a bordo delle navi AIDA e Costa”.   L’avventura di Pepper – così come l’avventura di quei turisti che se lo troveranno di fronte quando saliranno sulle navi – comincerà solo dalla primavera 2016: costituito da 3 ruote in grado di muoversi ovunque, 17 guarnizioni che garantiscono movimenti più agili e fluidi, un display touchscreen da 10 pollici e una macchina fotografica 3D integrata che rileva i movimenti delle persone, finalizzata ad agevolare l’interazione con gli esseri umani. Sulle navi egli potrà fornire suggerimenti su eventi e ristoranti, escursioni e altre informazioni turistiche, con il solo scopo di migliorare l’esperienza di viaggio. Sì, ma quali lingue supporta? Nessun problema, anche da questo punto di vista, visto che Pepper riesce a esprimersi in inglese, italiano e tedesco.   Insomma, Pepper potrebbe segnare un importante punto di svolta per il settore turistico e diventare una sorta di antenato per i futuri assistenti di viaggio ipermoderni, robotizzati e intelligenti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie

Leave a Reply