Che mondo sarebbe senza WhatsApp? Un video ce lo racconta

Il 22 febbraio 2014 WhatsApp ha subito un blackout di qualche ora: un video realizzato dai ragazzi di Scarti fa la parodia di quel momento, ma induce a riflettere anche sulla società odierna.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il 22 febbraio 2014 WhatsApp ha subito un blackout di qualche ora: un video realizzato dai ragazzi di Scarti fa la parodia di quel momento, ma induce a riflettere anche sulla società odierna.

Come ben saprete tutti, il 22 febbraio 2014 WhatsApp è stato protagonista di un blackout durato qualche ora che ha gettato nel panico molti utenti (anche voi?). Il down time, peraltro, è seguito proprio all’annuncio dell’acquisizione del servizio da parte di Facebook e in molti sono fuggiti su altri servizi come Telegram e Line. Tuttavia, lo scompiglio generato dal blackout ha provocato parecchi problemi agli utenti, tutti accomunati nel medesimo momento dalle stesse emozioni. Ed è proprio su questo tema che i ragazzi che gestiscono il canale YouTube “Scarti” hanno voluto realizzare un video parodistico che fa ridere ma fa anche molto riflettere. 

 

LEGGI ANCHE

Facebook batte Google nella rincorsa a WhatsApp: cosa cambierà adesso?

 

Comunicare senza WhatsApp: è ancora possibile?

Il video in questione è molto più di una semplice parodia. Le risate che suscita il finto “documentario” che racconta le emozioni provate da 3 ragazzi durante il blackout di WhatsApp rivelano un retrogusto amaro. Ok, non esageriamo: quello di cui stiamo parlando tuttavia vira in una direzione sociologica della questione. Che mondo sarebbe senza WhatsApp, oggi? Certamente riscopriremmo un sacco di cose: come un incontro casuale, un appuntamento romantico o un semplice dialogo face to face. 

L’era della comunicazione, oggi, ha uno schermo come protagonista, non un volto; ha un testo scritto in un font standard, non il suono di una voce riconoscibile; si avvale di emoticon, non di espressioni del viso. Che sia su WhatsApp o su Facebook, la comunicazione vive lo straordinario paradosso di accorciare le distanze e allo stesso tempo allungarle, espanderle all’infinito. 

Cosa significa oggi comunicare senza l’ausilio di servizi di instant messaging o di social network? Forse, significa semplicemente ritrovare quella poesia perduta di un contatto o di un dialogo che sembriamo aver perso. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Timb, privacy e sicurezza in chat: piccole anti WhatsApp crescono

Telegram Messenger: ecco l’alternativa a WhatsApp made in Facebook

 

WhatsApp Down: ecco come sarebbe un mondo senza WhatsApp

Un video divertente e ben fatto quello realizzato dai ragazzi di “Scarti”, con l’intento di parodiare un evento che ha accomunato milioni di persone, ma che si arricchisce inoltre di un sottotesto che fa riflettere sulla società odierna. 

Vi consigliamo assolutamente di guardarlo!

Che ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat, Video virali