CES 2014: cosa fanno le stampanti 3D Replicator di MakerBot?

Chissà se il 2014 sarà l'anno della consacrazione ufficiale delle stampanti 3D. Non è un caso che al CES 2014 abbiano una sezione a loro interamente dedicata. Per capire le ragioni di un successo, andiamo a scoprire cosa sono e cosa stampano le nuove Replicator presentate da MakerBot a Las Vegas.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Chissà se il 2014 sarà l'anno della consacrazione ufficiale delle stampanti 3D. Non è un caso che al CES 2014 abbiano una sezione a loro interamente dedicata. Per capire le ragioni di un successo, andiamo a scoprire cosa sono e cosa stampano le nuove Replicator presentate da MakerBot a Las Vegas.

Si fa un gran parlare di stampanti 3D in quest’ultimo periodo e non è un caso che al CES 2014 le stampanti 3D abbiano una sezione a loro interamente dedicata. Ma cosa sono e come funzionano le stampanti 3D? Questa è la domanda che alcuni si fanno, oltre che una vivida prova di come le stampanti 3D stiano prendendo sempre più piede nell’immaginario consumistico degli utenti e nello sviluppo delle più note aziende del settore.

Al CES 2014, ci ha pensato MakerBot a presentare le nuove stampanti 3D Replicator e i risultati sono stati più che sorprendenti. 

 

LEGGI ANCHE

CES 2014: ecco iOptik, le lenti a contatto che faranno dimenticare i Google Glass

CES 2014: il futuro si chiama LG

CES 2014, Sony: la nuova sfida si chiama 4K

 

Il 2014 sarà l’anno delle stampanti 3D?

MakerBot ha parlato di prodotti in grado di fare “cose epiche”. Con soli 450 dipendenti, la società ha già venduto più di 40mila unità dedicata alla stampa in 3D. Considerando che questi dispositivi sono in grado di stampare di tutto e che la tendenza non prevede di appassire tanto presto, aumenta la curiosità e l’interesse attorno alle stampanti 3D. Cosa sono, come funzionano e, soprattutto, cosa stampano le nuove Replicator di MakerBot?

MakerBot ha infatti presentato 3 nuovi modelli in grado di fare cose straordinarie. Scopriamoli insieme:

  • Replicator Mini: si tratta di una stampante 3D popolare, che i vertici di MakerBot hanno definito “la punta e clicca della famiglia”, il che è tutto dire. Facile e pratica da utilizzare, è in grado di stampare oggetti in esigui e rapidi passaggi: è inoltre dotata di una camera incorporata e dell’inevitabile connessione WiFi. Sarà lanciata sul mercato dalla prossima primavera e avrà il costo (popolare, credeteci) di circa 1.000 euro. 
  • Replicator: si tratta di un restyling del modello principe delle Replicator, che arriva (lo avreste mai detto?) alla quinta versione. Sarà in grado di riprodurre oggetti di dimensioni discrete (20x25x15 cm), è molto più veloce dei modelli che l’hanno precedute e dispone di una risoluzione da 100 micron. Sul dispositivo è inoltre montato un pannello da 3,5 pollici, che funziona da vero e proprio minicomputer per regolare le funzioni ed evitare la connessione al computer. Tra le connettività, figurano il WiFi, USB ed Ethernet. Replicator 5 è già sul mercato al prezzo di 2.200 euro. 
  • Replicator Z18: ecco il modello che ha più impressionato gli esperti del settore e gli appassionati. Si tratta di una stampante 3D capace di riprodurre oggetti da dimensioni (al momento) impressionanti (30x30x45,7 cm). Pensata per un pubblico esigente (e di fascia alta), Replicator Z18 dispone di una camera integrata e sarà disponibile dalla prossima primavera la prezzo di 4.700 euro circa. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

CES 2014, Lenovo: ecco ThinkPad 8, tablet Windows 8.1

CES 2014: Asus si rilancia con gli ZenFone 4, 5 e 6, smartphone Android economici

CES 2014, Samsung: ecco i nuovi Galaxy Tab Pro e Note Pro

 

Il fatto che le stampanti 3D presentate da MakerBot siano settoriali, ovvero dedicate a una certa tipologia di pubblico, rappresenta sicuramente una vivida testimonianza di come quella delle stampanti 3D non sia una moda passeggera, ma un qualcosa in divenire e che molto presto potrebbe arrivare anche nelle nostre case. Attendiamo con fiducia l’evoluzione e lo sviluppo di questi prodotti che si preannunciano molto interessanti. 

E voi?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: CES 2014