Caso Bezos, hacker ha sfruttato falla di iOS, non di WhatsApp

Jeff Bezos hackerato, Facebook accusa il sistema operativo di Apple.

di , pubblicato il
Jeff Bezos hackerato, Facebook accusa il sistema operativo di Apple.

Continua il giallo in merito al caso Jeff Bezos e all’ormai fantomatico furto dei suoi dati. L’hackeraggio ha colpito il suo iPhone X, e fino a ieri si credeva che l’attacco fosse avvenuto via WhatsApp, ora però arriva la smentita da parte dei verti di Facebook, i quali affermano che WhatsApp non c’entra proprio nulla.

Hacker Bezos, WhatsApp è innocente

Una falla nel sistema di WhatsApp aveva permesso l’hackeraggio dell’iPhone X del boss di Amazon, questo era quello che sapevamo fino a poco fa, e che addirittura tale hackeraggio fosse stato provocato da un messaggio inviato a Bezos dal principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammad Bin Salman. A tal proposito il principe aveva risposto: “I recenti resoconti dei media che suggeriscono che il regno sia alla base di un hacking del telefono di Jeff Bezos sono assurdi. Chiediamo un’indagine su queste affermazioni in modo da poter scoprire cosa sta succedendo”. 

Ora però le cose si mettono in maniera diversa, secondo alcuni esperti di Facebook, il malware non è arrivato da un video MP4 caricato su WhatsApp, ma attraverso un malfunzionamento di iOS. Ebbene sì, a quanto pare il bug starebbe nel sistema operativo di Apple. Un altro dirigente (Nick Clegg) ha rilasciato una simile affermazione durante un’intervista con la BBC.

La situazione si fa ingarbugliata se pensiamo che ora le foto di nudo sembrano state essere vendute proprio dal fratello dell’attuale compagna di Bezos, che quindi si ritroverebbe in pratica i traditori in casa. Una vicenda sempre più intricata che stenta ancora a essere risolta e chiarita definitivamente, ma che sembra invece giorno dopo giorno arricchisci di nuovi enigmi.

Potrebbe interessarti anche Jeff Bezos hackerato dagli arabi, c’è il principe saudita dietro il malware

Argomenti: ,