Carta d’identità elettronica difettosa, molte segnalazioni dai cittadini

Pronti per la digitalizzazione della burocrazia in Italia? No! Ci sono ancora grossi problemi con le carte d'identità elettroniche.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Pronti per la digitalizzazione della burocrazia in Italia? No! Ci sono ancora grossi problemi con le carte d'identità elettroniche.

Probabilmente molti non sanno nemmeno di cosa stiamo parlando, eppure la carta d’identità elettronica è una realtà da almeno un paio di anni. Introdotto nel 2016, ha avuto un percorso decisamente frastagliato e poco chiaro, soprattutto a livello burocratico. Ora però anche il difetto, molte segnalazioni da parte dei cittadini.

Problemi con la carta d’identità elettronica

Come dicevamo, la carta d’identità elettronica fu introdotta nel 2016 in via sperimentale in 153 comuni italiani. Si tratta di una tessera plastificata dall’aspetto molto simile a quella comune, o più propriamente somigliante a quelle delle carte di credito. Al suo interno infatti abbiamo chip NFC e contiene la versione digitale dei nostri dati anagrafici, la firma e la foto; in più, la carta d’identità elettronica contiene anche il consenso alla donazione degli organi e il domicilio elettronico.

Potrebbe interessarti anche: Offerte Amazon oggi 25 maggio, telecamera per sorveglianza bimbi a 29 euro

Sul più bello arriva l’inghippo. Quando sembrava infatti che ormai la fase sperimentale si avviasse verso una concreta ufficializzazione del sistema digitalizzato, ecco che arrivano molte segnalazioni da parte dei cittadini i quali presentano problemi alle carte. Nelle ultime settimane sono infatti giunte tantissime segnalazioni di disagi riscontrabili con la carta elettronica, soprattutto per quanto riguarda i viaggi all’estero.

A quanto pare l’amara verità viene fuori: circa 350mila carte d’identità elettroniche, emesse tra ottobre 2017 e febbraio 2018, sono fallate. Il problema risiede proprio nel chip NFC, il quale non è stato aggiornato con il software e quindi molte informazioni al suo interno risultano illeggibili. Nel giro di un anno tutte le carte difettose dovrebbero essere sostituite, invitiamo comunque coloro i quali hanno riscontrato problemi a recarsi al proprio comune di appartenenza per segnalare il problema e richiedere la sostituzione della propria carta.

Potrebbe interessarti anche: I dati dei nostri pc sono a rischio, c’è una nuova vulnerabilità nelle CPU

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie