Cambio operatore? Caro e rischioso secondo gli utenti italiani

Gli utenti italiani non vogliono più cambiare operatore perché non è conveniente: la guerra dei prezzi feroce e distruttiva di qualche anno fa è definitivamente conclusa?

di Daniele Sforza, pubblicato il
Gli utenti italiani non vogliono più cambiare operatore perché non è conveniente: la guerra dei prezzi feroce e distruttiva di qualche anno fa è definitivamente conclusa?

Scende e di molto la percentuale degli utenti italiani che nel primo trimestre 2014 ha cambiato operatore telefonico: 6,3% contro il 7,8% del primo trimestre 2013, a quanto riporta l’Agcom. E nel secondo trimestre di quest’anno la situazione sembra essere ancora più negativa, con un brusco calo. Gli italiani non si fidano più delle tariffe vantaggiose offerte dalle altre compagnie: meglio restare con lo stesso operatore, perché chi lascia la strada vecchia per la nuova… In realtà bisogna spostare il discorso su un altro piano: in ballo non c’è la fedeltà dei clienti al proprio operatore, bensì il fatto che le offerte delle altre compagnie non siano più convenienti. E la guerra dei prezzi sta subendo uno stallo, una tregua, che durerà per chissà quanto.  

Perché gli italiani non cambiano più operatore?

E’ tutta questione di scarsa convenienza. Come afferma Cristoforo Morandini (osservatorio Beetwin), “è finita la guerra dei prezzi“, quella stessa guerra che negli anni scorsi era stata “feroce e distruttiva per i profitti dei gestori”.   Le conseguenze ci sono state e a vantaggio degli utenti piuttosto che per gli operatori: vincoli contrattuali di maggiore durata, e nuovi smartphone del momento (i top di gamma, per intenderci) acquistati con l’operatore. Un dato che fa riflettere, visto che spesso lo smartphone in abbonamento è una tendenza più made in USA che italiana.   Fatto sta che le offerte disponibili si moltiplicano e così i vincoli contrattuali: i device dell’ultima ora messi a disposizione risultano perciò più accessibili e cambiare operatore non conviene più come prima, quando le compagnie facevano a gara ogni mese per offrire agli utenti la tariffa più vantaggiosa.   Voi che ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nessuno