Bluetooh attenzione al nuovo virus BlueBorne capace di infettare in 10 secondi Pc e smartphone

Attenzione al nuovo virus BlueBorne capace di infettare in 10 secondi Pc, smartphone ed altri dispositivi mediante il Bluetooth.

di , pubblicato il
Attenzione al nuovo virus BlueBorne capace di infettare in 10 secondi Pc, smartphone ed altri dispositivi mediante il Bluetooth.

La società Armis Labs ha rivelato un nuovo virus che ha messo in pericolo molti sistemi operativi mobili e desktop compresi quelli Android, iOS, Linux e Windows ed i dispositivi che li usano. Il nuovo virus si chiama BlueBorne e attacca i dispositivi mediante il Bluetooth. Ecco le ultime notizie in merito.

Bluetooh attenzione al nuovo virus capace di infettare in 10 secondi Pc e smartphone

La società Armis Labs, mediante un comunicato stampa, ha comunicato di aver scoperto che il nuovo virus Blueborne acquisisce il controllo dei dispositivi mobili e del computer mediante il Bluetooth abilitato e che tale processo avviene soltanto in dieci secondi. Tale virus, quindi, consente ai criminali informatici di prendere il controllo dei dispositivi e accedere ai dati aziendali nonché penetrare su reti “air-gapped” sicure e di diffondere lateralmente i malware ai dispositivi adiacenti.

Nel dettaglio, BlueBorne è un vettore d’attacco in base al quale gli hacker possono sfruttare le connessioni Bluetooth per prendere il controllo dei dispositivi mirati. L’attacco, inoltre, non richiede che il dispositivo mirato sia associato a quello dell’attaccante e la Armis Labs, in merito ad esso, ha anche comunicato che è devastante in quanto mira al punto più debole della difesa delle reti nonché particolarmente infettivo.

Virus BlueBorne: come combatterlo e come ci si infetta

Il virus BlueBorne può attaccare tutti i dispositivi che hanno capacità Bluetooth che oggi si stimano essere oltre 8,2 miliardi. Ricordiamo, che Bluetooth è il principale protocollo per le comunicazioni a corto raggio ed è utilizzato su computer e smartphone ma anche orologi, automobili e dispositivi medici.

A differenza di altri attacchi, poi, questo è il più preoccupante in quanto non si diffonde mediante internet ma mediante la connessione bluetooth definita d’aria.

Questa offre infatti una superficie di attacco più ampia di quella del semplice wi-fi in quanto è quasi completamente inesplorata . Tali attacchi, inoltre,  sono molto più vulnerabili anche perché consentono di superare le misure si sicurezza e restare inosservati.

A differenza dei malware tradizionali, essi non necessitano di alcuna azione da parte dell’utente come cliccare su qualche link o scaricare qualche file discutibile. Il consiglio è quindi quello di tenere la connessione Bluetooth attiva solo per il tempo strettamente necessario all’utilizzo. Leggete anche: Truffa Whatsapp: la PS chiede di prestare attenzione e di non cliccare sul link pericoloso.

Argomenti: ,