Auguri WhatsApp per la Festa della Repubblica, l’ironia regna sul web

Auguri su WhatsApp, oggi 2 giugno si celebra la festa della Repubblica, ecco le frasi e gli aforismi famosi dei grandi personaggi del passato.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Auguri su WhatsApp, oggi 2 giugno si celebra la festa della Repubblica, ecco le frasi e gli aforismi famosi dei grandi personaggi del passato.

E’ una ricorrenza un po’ particolare quest’anno, la Festa della Repubblica e le frasi di auguri per WhatsApp stavolta dovranno fingere di non ascoltare l’ironia che sul web da giorni serpeggia, da quando cioè il presidente Mattarella ha detto no al Governo Salvini-Di Maio. Allarme poi rientrato con il nuovo dietro front e il ritorno di Conte Premier con M5S e Lega nuovamente direttrici del nuovo governo. Ad ogni modo,  tra battute su Savona, e pesanti offese al presidente della Repubblica, andiamo avanti e celebriamo questo 2 Giugno con gli aforismi dei grandi del passato, un modo per guardare al futuro con nuove speranze e augurare ai nostri amici e contatti in chat una giornata bella e serena.

WhatsApp, frasi d’auguri per la festa della Repubblica

La Patria non è un’opinione. O una bandiera e basta. La Patria è un vincolo fatto di molti vincoli che stanno nella nostra carne e nella nostra anima, nella nostra memoria genetica. È un legame che non si può estirpare come un pelo inopportuno.
(Oriana Fallaci)

Una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica. Piero Calamandrei

Chi rispetta la bandiera da piccolo, la saprà difendere da grande. Edmondo De Amicis

Viva l’Italia, l’Italia liberata, l’Italia del valzer, l’Italia del caffè. L’Italia derubata e colpita al cuore, viva l’Italia, l’Italia che non muore. Francesco De Gregori

Uno squilibrio fra il ricco ed il povero è il più vecchio e mortale alimento per tutte le repubbliche.
(Plutarco)

Questa Repubblica si può salvare. Ma, per questo, deve diventare la Repubblica della Costituzione.
(Nilde Jotti)

Popolo, ricordati che se nella Repubblica la giustizia non regna con impero assoluto, la libertà non è che un vano nome. Robespierre

Una creatura perfettamente malvagia ma intelligente preferirà vivere in una condizione civile piuttosto che in uno stato di natura, per essere protetto dalla violenza che gli altri, essendo diavoli come lui, gli faranno sicuramente; e preferirà la repubblica al dispotismo perché il potere incontrollato di un despota che sia diabolico, come lui, è di gran lunga più pericoloso del potere diviso e regolato di una costituzione repubblicana.
(Immanuel Kant)

E chiudiamo con uno dei presidenti più amati di sempre: Da noi deve partire l’esempio di attaccamento agli istituti democratici e soprattutto l’esempio di onestà e di rettitudine. (Sandro Pertini)

Potrebbe interessarti anche: Virus nei router domestici, FBI scopre malware che assume controllo del modem

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità WhatsApp, Chat