Attenti al navigatore, tragedia in Florida dopo indicazione sbagliata

Tragedia in Florida, il navigatore GPS dà l'indicazione sbagliata e la macchina viene travolta da pickup.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Tragedia in Florida, il navigatore GPS dà l'indicazione sbagliata e la macchina viene travolta da pickup.

Quante volte ci è capitato di avere a che fare con un navigatore che fa le bizze? Purtroppo, stavolta però chi ne faceva uso ci ha lasciato le penne con tutta la sua famiglia. E’ una vera e propria tragedia quella capitata agli Stephenson in Florida, famiglia inglese in visita negli Usa per assistere al lancio del SpaceX Falcon 9 a Cape Canaveral.

Navigatore impazzito, incidente mortale

Un suggerimento sconsiderato, una svolta a U su una superstrada che è costata la vita a tutta la famiglia Stephenson, il giovane Adam al volante, poi sua moglie e i suoi genitori. Il navigatore GPS, forse a causa di un incidente precedente, o semplicemente di un suo errore di calcolo, ha suggerito di fare inversione ad U sulla statale SR 405, una strada a due carreggiate. Adam, non conoscendo la strada, essendo appunto un turista negli states, ha seguito il consiglio del navigatore, non vedendo il sopraggiungere di un pickup a tutta velocità nel senso opposto.

Potrebbe interessarti anche: Scandalo Facebook anche in Italia, 214 mila account coinvolti

Probabilmente, a trarre in inganno il guidatore deve essere stata anche la folta vegetazione di piante e fiori che divide la carreggiata e impedisce la visuale di quel che avviene dall’altra parte della strada. Sta di fatta che il suggerimento inviato dal navigatore GPS al conducente è totalmente criminale, ma purtroppo sappiamo bene che può capitare. Quanti di noi hanno sentito durante il viaggio la famosa parola “ricalcolo”? Quella seguente, spesse volte, è proprio il suggerimenti di fare inversione.

C’è da aggiungere che, il più delle volte, quando il navigatore è perfettamente funzionante, ci indica quando e dove poter fare l‘inversione a U. In questo caso invece qualcosa è andato storto. Il consiglio naturalmente è di prendere i suggerimenti della tecnologia sempre con le pinze, accettare il supporto come un contributo a fare meglio, ma mai agire ciecamente e distrarsi dai reali pericoli della strada. Non sempre infatti questi navigatori sono perfettamente aggiornati nelle mappature, inoltre anche gli apparecchi elettronici sono soggetti ad errori di malfunzionamento. E’ la triste verità, in un mondo che va sempre di più verso la guida autonoma, ma che rischia di arrivarci con tanti interrogativi e paure.

Potrebbe interessarti anche: Smartphone pieghevole, altro che Samsung, ora è Huawei a provarci

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie