Art Selfie di Google, i vostri autoscatti saranno un’opera d’arte grazie a Big G

Arriva Art Selfie, ecco anche in Italia l'app di Google che combina gli autoscatti con le grandi opere d'arte della pittura.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Arriva Art Selfie, ecco anche in Italia l'app di Google che combina gli autoscatti con le grandi opere d'arte della pittura.

Se siete tra quelli che non sono mai sazi di selfie, allora ecco quel che fa per voi. Arriva,o sta per arrivare, anche in Italia Art Selfie, la nuova costola dell’app di Google Arts & Culture. I vostri autiscatti come delle vere e proprie opere d’arte.

Art Selfie di Google

Era stata lanciata in versione beta lo scorso anno in alcuni stati degli USA, ora arriva anche da noi. A gennaio però era già diventata virale grazie alla condivisione di alcune celebrità a stelle e strisce. Jimmy Kimmel e Ellen l’avevano condivisa sui social facendola conoscere ai più. Ma di cosa si tratta? In sostanza, l’app è poco più di un gioco, uno scherzo per divertirsi con gli amici sui social. Ma la tecnologia che sta dietro a tale divertissement è davvero notevole. Una volta scattato il selfie con il vostro smartphone, l’app in questione troverà un’opera d’arte corrispondente alla vostra foto.

Potrebbe interessarti anche: Google Chrome festeggia i 10 anni di anniversario e introduce nuove funzionalità

A quale opera d’arte somiglia il vostro selfie? Ve lo svela Google con questa nuova app, insomma ci sarà sicuramente da divertirsi, anche perché gli abbinamenti possono essere anche molto poco lusinghieri. Pensate ad esempio se la vostra foto viene associata all’Urlo di Munk o ad un qualsiasi Picasso. Insomma, sui social il divertimento è assolutamente assicurato, vi basterà condividere il frutto del lavoro dell’app per svelare quale strano abbinamento ha completato.

Come dicevamo però, la tecnologia che sta dietro è di quelle più alte. Il concetto base è quello del riconoscimento facciale, in questo caso attraverso la foto. L’algoritmo infatti deve comprendere il volto e associarlo poi alle migliaia di foto di opere d’arte che ha in memoria. Lo stesso Google dichiara infatti di aver: “migliorato la tecnologia di matching e raddoppiato il numero di opere. Con Art Selfie, ad oggi, sono stati effettuati più di 78 milioni di match. Abbiamo lavorato con oltre 650 istituzioni di tutto il mondo per avere la feature disponibile a livello globale”.

Potrebbe interessarti anche: Facebook nasconde i vostri amici? Con questo messaggio potreste ritrovarli

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, novità Google

I commenti sono chiusi.