Apple Watch in Italia è già mania: tutto quello che dovete sapere

Domani è il gran giorno di Apple Watch in Italia: ecco un riepilogo di tutto quello che dovreste sapere sullo smartwatch di Cupertino.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Domani è il gran giorno di Apple Watch in Italia: ecco un riepilogo di tutto quello che dovreste sapere sullo smartwatch di Cupertino.

La vigilia è di quelle più attese: domani 26 giugno Apple Watch sbarcherà finalmente in Italia e sarà disponibile in tutti gli Apple Store del Belpaese. Per Cupertino inizia la seconda ondata di Apple Watch, dopo i risultati più che soddisfacenti negli Stati Uniti, dove sono state già vendute 3 milioni di unità. Chi già possiede un iPhone o un iPad ed è un fedele seguace della moda Apple non risparmierà certo per accaparrarsi quello che ovviamente non è un semplice orologio da polso – Apple lo ha definito un oggetto tecnologico da cui non ci si potrà mai separare – ma sarà anche un modello di lusso, un oggetto per aumentare la propria vanità, un dispositivo tecnologico per effettuare chiamate e ovviamente per regolare il proprio stato fisico. Insomma, un prodotto che includerà in sé tutti gli elementi e le componenti di uno smartphone unite a uno smartband, senza dimenticare ovviamente le funzioni di normale (normale?) orologio. Cosa c’è da sapere e cos’è che ancora non sapete? Meglio fare un riepilogo.  

I modelli di Apple Watch

Come già ben saprete, avrete la possibilità di scegliere tra 3 diversi modelli:  

  • Watch Sport: è il modello più economico, anta una cassa in alluminio anodizzato ed è disponibile nei colori bianco, nero, azzurro, verde e rosa.
  • Watch: è il modello intermedio, caratterizzato da una cassa in acciaio inossidabile e dal cristallo di zaffiro che protegge il vetro del display.
  • Watch Edition: è l’Apple Watch di lusso, quello più costoso, con un modello da 10 mila euro che vanta una cassa dorata in 18 carati e dal consueto cristallo di zaffiro che riveste il vetro lucido che protegge il display.

  Tutti questi modelli potranno disporre di diversi cinturini, realizzati prevalentemente da altre aziende, che potranno quindi essere scelti e personalizzati in base alle esigenze degli utenti.  

Il quadrante come display

Apple Watch non avrà un semplice quadrante da orologio, ma un vero e proprio display, uno di quelli che utilizziamo su smartphone e tablet. Apple ha sapientemente ripulito la corona rimodellandola attraverso l’introduzione della classica rotellina che avrà funzioni per regolare il display, zoomare sulle immagini o sulle applicazioni. Ingrandendo lo schermo avremo così la possibilità di inquadrare i programmi e rendere il display a misura di utente, tra ingrandimenti e rimpicciolimenti. Non servono i pollici qui, dunque, ma solo uno zoom in più per accedere a impostazioni e funzioni.  

Medico portatile

Come dicevamo, Apple Watch non sarà un semplice orologio, ma un vero e proprio dispositivo legato al monitoraggio del nostro stato di salute, oltre che un assistente personale per il fitness e il benessere personale. Attraverso 4 sensori integrati, Apple Watch rileverà la frequenza cardiaca e ci fornirà suggerimenti su come restare in forma, sia dal punto di vista atletico, sia sotto l’aspetto del peso. Sono infatti previste anche veri e propri premi virtuali se riusciamo a mantenere il nostro fisico in salute.  

Il sistema delle notifiche

La connessione tra Apple Watch e iPhone rappresenterà una collaborazione sinergica altamente funzionale, soprattutto per ciò che concerne il sistema e la gestione delle notifiche. Tutte le notifiche che riceveremo sul nostro iPhone, saranno recepite anche dall’Apple Watch, infatti, che ci avvertirà attraverso un sistema di vibrazioni. Non è solo questo: perché Apple Watch sarà anche un vero e proprio assistente virtuale che ci aiuterà a dare delle risposte immediate grazie alla funzione Quick Word, fornendoci suggerimenti adatti per l’occasione. Il funzionamento dell’Apple Watch dipende infatti prevalentemente dalla sua sinergia con l’iPhone (dal 5S in su): senza di esso, l’orologio intelligente di Cupertino diventa un semplice orologio da polso, o dispositivo per il monitoraggio della salute al massimo.  

Come posso aiutarti?

A proposito di assistenti personali, non poteva mancare Siri, che anche su Apple Watch vi aiuterà fornendovi indicazioni su contatti telefonici, informazioni stradali e composizione di messaggi di testo. Vi sarà sufficiente avvicinare la bocca al polso per svegliare Siri e chiederle di venire in vostro soccorso.  

A tutta musica!

Fedeli amanti della musica, non temete! Perché con Apple Watch sarà possibile anche ascoltare brani musicali, sincronizzare playlist e perfino crearne di nuovo. Per ascoltare la musica tramite Apple Watch sarà sufficiente disporre di auricolari Bluetooth.  

Applicazioni

Naturalmente solo le app che supportano lo smartwatch di Cupertino potranno essere installata. Tra quelle già disponibili e che dunque potrete installare sin da subito spiccano app come Evernote, WeChat, Transit, Expedia, Runtastic, Wunderlist e Twitter.

Autonomia della batteria

Veniamo al tasto dolente: la batteria. In media dura 18 ore, se non lo utilizzate in continuazione. Altrimenti dura molto meno. Così come per l’iPhone, comunque, anche Apple Watch necessiterà di una ricarica ogni giorno, sperando ovviamente che duri almeno fino a sera.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Apple Watch