Apple Watch: cos’è, com’è fatto e a cosa serve

Apple Watch è finalmente realtà: ha deluso o confermato le aspettative? Andiamo a scoprirlo sintetizzando gli elementi principali che contraddistinguono il primo orologio intelligente Apple e vedendo com'è fatto e come funziona.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Apple Watch è finalmente realtà: ha deluso o confermato le aspettative? Andiamo a scoprirlo sintetizzando gli elementi principali che contraddistinguono il primo orologio intelligente Apple e vedendo com'è fatto e come funziona.

Si chiamerà Watch, semplicemente, ma se volete sottolineare il brand, potete anche chiamarlo Apple Watch. Non iWatch, insomma, e questa è già una novità per i prodotti Apple, visto che il prefisso “i” non c’è più. Non si sa se Apple Watch farà tremare gli svizzeri, come aveva affermato simpaticamente Jony Ive, certo è che si tratta di uno smartwatch sicuramente interessante sotto ogni aspetto, le cui uniche differenze rispetto agli altri smartwatch usciti ultimamente sul mercato sono rappresentate da una più efficace gestibilità (ma questo è ancora tutto da provare) e da un design molto costoso. Inoltre è presente anche il vetro zaffiro, che serviva proprio all’orologio intelligente di Apple piuttosto che all’iPhone 6 come erroneamente preventivato nei mesi scorsi.   LEGGI ANCHE Apple Watch in Italia: uscita e prezzo Com’è fatto iPhone 6: pregi e difetti Ecco iPhone 6 Plus: caratteristiche del primo phablet Apple  

Design

Apple propone 3 stili diversi per Watch, un dispositivo tecnologico che punta su due parole chiave: tecnologia e personalizzazione. Per questo motivo saranno messi in commercio ben 3 versioni di Watch:

  • Watch: disponibile in acciaio inossidabile naturale o nero siderale e vetro in zaffiro;
  • Watch Sport: alluminio anodizzato disponibile in argento o grigio siderale e protetto da vetro agli ioni, con un tocco di colore in più per quanto riguarda i cinturini;
  • Watch Edition: la versione deluxe di Watch presenta una cassa in oro rosa o giallo 18 carati e vetro in zaffiro. Non osiamo immaginare il prezzo.

Watch sarà disponibile inoltre in 2 taglie: 38 e 42 millimetri di altezza. A ciò si aggiungono i cinturini realizzati con diversi materiali e quadranti semplici o personalizzati.  

Guardare l’ora

Cominciamo dal principio, ovvero dal funzionamento originale di un orologio: controllare l’ora. Apple ci tiene a precisare come il suo Watch sia perfettamente integrato con l’ora universale e sappia autoregolarsi con il passaggio dall’ora legale e solare e viceversa e addirittura al cambio di fuso orario.  

Comunicare

Grazie al pulsante sotto la corona digitale, sarà possibile accedere ai contatti più frequenti, ricevere e inviare notifiche, il tutto tenendo sempre il display (zoomabile e regolabile) a portata d’occhio.   Con le emoji, i suggerimenti e le frasi preimpostate, inviare messaggi sarà molto più pratico e rapido, chiamare qualcuno o ricevere chiamate (prima di trasferire la conversazione su iPhone) e scoprire le notifiche della posta elettronica.   Watch cambia anche il modo di conversare: disegni, semplici tocchi, registrare il battito del cuore e inviarlo alla persona amata e perfino utilizzare l’orologio come un walkie-talkie. I modi per comunicare ne esistono davvero tanti e Apple ha voluto integrarli il più possibile sul proprio Watch.  

Attività fisica

Parlando di smartwatch non possono di certo mancare le funzioni legate al fitness e all’attività fisica in generale, grazie ai numerosi sensori integrati: utilizzando l’app Attività, ad esempio, sarà possibile monitorare e misurare le attività legate al movimento, all’esercizio fisico e allo stare in piedi per poi fornirvi un resoconto dettagliato e perfino dei suggerimenti, stessa cosa per l’app Allenamento, finalizzata a migliorare le proprie prestazioni e raggiungere gli obiettivi.  

Applicazioni

C’è tutto un nuovo sistema di applicazioni da imparare e conoscere, facile e rapido da gestire. Tra le app presenti figurano:

  • Mappe: non vi preoccupate delle piccole dimensioni del display, perché una rotellina vi permetterà di navigare sulla mappa senza perdere il filo del percorso;
  • Musica: preferite monitorare la playlist musicale dall’iPhone o gestirla tramite Watch?
  • Calendario: una vera e propria agenda digitale da portare al polso;
  • Mirino: integrato all’iPhone, Watch funziona anche come telecomando della fotocamera per regolare meglio l’immagine da scattare;
  • Meteo: c’è bisogno di aggiungere altro?
  • Passbook: ovvero come inserire tutto quello di cui abbiamo bisogno e che ci sarà utile (dai biglietti aerei alle carte fedeltà) in un piccolo dispositivo indossabile;
  • Siri: l’assistente vocale sbarca anche su iWatch, ma non è ancora sicuro che ne sentiremo la voce. Allo stesso tempo potete continuare a chiedergli tutto quello che volete.
  • Foto: per avere sempre le foto più amate a disposizione sul display del proprio orologio;
  • Apple TV/iTunes: Watch gestisce anche la nostra Apple TV e la libreria iTunes;
  • Timer/Sveglia: gestire il tempo con un semplice tocco sulla corona digitale;
  • Cronometro: ad arricchire la funzione, anche un grafico in tempo reale;
  • Impostazioni: per attivare e disattivare il Bluetooth, ma utilissima anche per ritrovare il proprio iPhone;
  • Ore Locali: un vero e proprio calendario di tutti i fusi orari del mondo;
  • Borsa: per tenere d’occhio sempre ciò che avviene in Borsa.

 

Display

Apple Watch si presenta con un display Retina che garantisce un’altissima definizione d’immagine, anche per un display così piccolo. Il pannello è inoltre protetto dal vetro in zaffiro, mentre per ciò che concerne l’edizione Sport, lo schermo è rivestito dal vetro rinforzato agli ioni.  

Tecnologia

Grazie alla Corona Digitale sarà possibile non solo gestire ora e data dell’orologio, ma anche scorrere la schermata e ingrandire le zone del display per poi tornare con un semplice tocco alla Home principale.   L’altra novità su cui Apple ha focalizzato l’attenzione è la tecnologia del funzionamento, qualcosa che va al di là del multitouch: grazie a un sofisticato sistema di elettrodi, Watch sa riconoscere se l’utente effettua una pressione sul display oppure un tap, garantendo una più efficiente gestione dei contenuti e delle applicazioni presenti nel dispositivo.  

Conclusioni

Apple Watch rappresenta senza alcun dubbio l’ingresso nel settore degli smartwatch di Apple e la presentazione dell’orologio intelligente sembra aver già convinto molti all’acquisto. Attendiamo curiosi di averlo tra le mani, anzi, attorno al polso, per verificarne l’effettiva qualità.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Apple Watch