Apple Pay per iPhone 7 e precedenti in arrivo in Italia: cos’è e come funziona

Apple Pay sarebbe in arrivo in Italia per iPhone 7 e precedenti: gli indizi sono importanti, ma mancano ancora alcuni elementi. News e aggiornamenti.

di , pubblicato il
Apple Pay sarebbe in arrivo in Italia per iPhone 7 e precedenti: gli indizi sono importanti, ma mancano ancora alcuni elementi. News e aggiornamenti.

Importanti indizi sembrano far propendere per l’arrivo in Italia del servizio Apple Pay su iPhone 7 e precedenti; si tratta non di news ufficiali, ma di primi ‘movimenti’ che potrebbero significare, secondo alcune fonti, che, nel giro di qualche settimana, il servizio potrebbe essere attivato. Ma analizziamo con attenzione la notizia che si sta diffondendo sul web e cerchiamo di capire se è davvero così; poi, proponiamo un rapido approfondimento su cos’è e come funziona questo servizio.

Ecco iPhone 7 e predecessori: il jailbreak iOS 10.3.1 è una chimera, la Apple ‘compra’ il team Pangu?

Apple Pay per iPhone 7 e precedenti: davvero in arrivo?

La notizia, per onor di cronaca, è molto semplice. Il sito Apple Pay è stato tradotto in italiano (almeno un certo numero di sezioni), il che significa che piano piano il servizio si avvicina all’Italia; in secondo luogo, i rivenditori possono già richiedere la ‘decalcomania’, cioè l’etichetta che, apposta nel negozio, pubblicizza il nuovo servizio. Insomma, sarebbe davvero in arrivo. Eppure, trattandosi di un metodo di pagamento contact-less, non c’è bisogno soltanto di chi intende utilizzarlo mediante il proprio iPhone 7 (e precedenti), ma anche di rivenditori che accettano questa modalità e si organizzano in tal senso. Quello che intendiamo dire è che il lancio ufficiale del servizio Apple Pay non significherà, nell’immediato, una diffusione dello stesso: insomma, occorre comunque ancora attendere.

Qui iPhone 7 Plus o LG G6? Confronto con terzo incomodo e sfida offerte online maggio 2017.

Apple Pay per iPhone 7 e precedenti: cos’è e come funziona

Ma cos’è e come funzionerà il servizio Apple Pay per iPhone 7 e precedenti? Innanzitutto, occorre collegare l’applicazione ‘Wallet’ (connessa al proprio account Apple) alla carta di credito che possediamo: in questo momento i supporti vi sono sia per Visa che per MasterCard e le banche coinvolte sono soltanto Unicredit, Boon e Carrefour Banca. Una volta effettuata la ‘registrazione’, il pagamento sarà davvero semplicissimo: basterà avvicinare il proprio iPhone 7 (o precedenti) al POS (il quale, però, dovrà essere abilitato dal negoziante – ed è per questo che immaginiamo che in Italia la diffusione del servizio sarà piuttosto lenta) e il gioco è fatto. Sì, perché non bisognerà inserire neanche il PIN: certo, occorrerà analizzare anche i dispositivi di sicurezza e le modalità di blocco/sblocco, altrimenti basterà un furto di cellulare per vedersi svuotare la carta di credito in men che non si dica.

Ecco iPhone 8, uscita rinviata al 2018: stupiscono i rumors iPhone 7S, che sarà lanciato nel 2017.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,