Apple, BookLamp e il mercato degli ebook in evoluzione

Apple ha acquistato BookLamp, una start-up dell'Idaho che si concentra sull'analisi digitale dei libri suggerendo titoli ai suoi utenti in base ad algoritmi specifici. La sfida ad Amazon sul suo stesso terreno è stata lanciata.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Apple ha acquistato BookLamp, una start-up dell'Idaho che si concentra sull'analisi digitale dei libri suggerendo titoli ai suoi utenti in base ad algoritmi specifici. La sfida ad Amazon sul suo stesso terreno è stata lanciata.

Apple ha acquistato la start-up americana BookLamp, focalizzata sull’analisi dei libri e sulla conversione degli stessi in dati: grazie ad algoritmi specifici, infatti, BookLamp riesce a scannerizzare un testo nella sua interezza, analizzarne i contenuti e suggerirli ai lettori in base a determinate caratteristiche che hanno come base le esperienze letterarie pregresse del lettore interessato. Secondo TechCrunch, Apple ha sborsato una cifra che si aggira tra i 10 e i 15 milioni di dollari per l’acquisto.   TI POTREBBE INTERESSARE Amazon Kindle: ecco gli ebook che diventano audiolibri Dove scaricare ebook gratis senza registrazione  

Cosa ci fa Apple con BookLamp?

L’obiettivo è lapalissiano: fronteggiare Amazon sul suo stesso terreno e, se non poterlo battere, almeno fargli vacillare un monopolio. Più facile a dirsi che a farsi, ma un altro scopo che c’è dietro l’acquisto di BookLamp da parte di Apple è quello di migliorare e ottimizzare il proprio store di iBook proprio attraverso i sofisticati algoritmi della startup.   Start-up che nel frattempo sembra aver chiuso i propri uffici oltre che il sito internet per essersi trasferita direttamente negli uffici di Apple e cominciare subito a lavorare sui progetti, a quanto riportano alcune fonti.   BookLamp è l’azienda creatrice dell’interessantissimo progetto denominato Book Genome Project, che proprio sui suggerimenti di testi ai lettori in base al linguaggio e al contenuto dei titoli precedentemente letti e delle preferenze si basava.   Facendo un salto sul suo sito, oggi, c’è solo un sentito ringraziamento a tutti. Si legge infatti: “Vogliamo ringraziarvi per il sostegno che abbiamo ricevuto in tutti questi anni per i nostri sforzi finalizzati all’esplorazione dell’eccitante mondo delle parole scritte attraverso l’analisi digitale. Oggi, comunque, il sito BookLamp.org non sarà più disponibile perché la nostra compagnia si evolve per compiere la sua missione. Grazie ancora per il forte coinvolgimento e la partecipazione in tutti questi anni”. Insomma, un messaggio d’addio che però lascia presagire molto in prospettiva, soprattutto dopo l’incorporamento in Apple.   Ne vedremo, anzi, nel leggeremo delle belle!

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie