App per andare al mare, prenotare la spiaggia nell’era del Coronavirus

Vacanze al mare con un app, ecco la soluzione per il prossimo step della fase 2.

di , pubblicato il
Vacanze al mare con un app, ecco la soluzione per il prossimo step della fase 2.

La tecnologia dovrà aiutarci davvero tanto in questa fase 3 che ci attende in estate. Il Coronavirus alla fine rimarrà con noi ancora per un bel po’, ecco quindi la trovata dell’app che ti permette di prenotare la spiaggia, il lettino e l’orario di arrivo allo stabilimento balneare.

App per andare al mare

Così come le app ci hanno aiutato durante la fase 1 per fare la spesa, anche nel prossimo step avremo bisogno dell’aiuto tecnologico per evitare assembramenti. L’idea è di un 29enne di Cattolica, tale Alberto Parma, il quale in verità ha lavorato al progetto sin dal 2017, idea che quindi non nasce certo oggi a causa del Covid 19, ma che non è mai stata tanto utile quanto in questo momento. A dire il vero, la trovata non è certo inedita, in verità infatti in Spagna si stanno già attrezzando per questo tipo di servizio.

Anche da noi le app pronte per questo scopo sembrano diverse, ma secondo gli esperti nessuna sembra tanto efficace e be strutturata com questa del cattolichino. Ecco le sue stesse parole intervistato dai media: “Ci lavoravo da tre anni, dai tempi in cui ancora frequentavo l’università, la Iulm a Milano. Poi ho deciso di ultimarla in questi mesi, perché ho capito che poteva diventare uno strumento piuttosto utile. Ho creato un gruppo di lavoro, di cui fanno parte Filippo Vannoni, Davide Cesarini, sammarinese, giocatore della nazionale biancazzurra, e un imprenditore di Vicenza, Alberto Beltrame”.

Il punto di forza di questa app che si chiama Beacharound sembra essere la semplicità. Basta accedere alla piattaforma (senza download), non c’è bisogno di creare nemmeno un account, basta semplicemente scegliere tra le spiagge disponibili, prenotare un lettino e un ombrellone e stop.

Inoltre offre la possibilità di mettersi in contatto telefonico con il bagnino così da avere ulteriori delucidazioni in merito. Lo sviluppo prevede inoltre anche info sulle spiagge libere, che quest’anno saranno anch’esse contingentate.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus, attenzione alle fake news, ecco le bufale più pericolose

Argomenti: