Windows 10, prime novità: per Microsoft è un nuovo inizio

Windows 10 è ufficiale, ma per il momento non sono state ancora rivelate tutte le novità: andiamo a scoprire il miglior Windows di sempre, quello che per Microsoft sarà un nuovo e più produttivo inizio, il cui rilascio è previsto per metà 2015.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Windows 10 è ufficiale, ma per il momento non sono state ancora rivelate tutte le novità: andiamo a scoprire il miglior Windows di sempre, quello che per Microsoft sarà un nuovo e più produttivo inizio, il cui rilascio è previsto per metà 2015.

Non si chiamerà Windows 9 come era stato preventivato, bensì Windows 10. Il salto generazionale è dettato dal fatto che sarebbe dovuto essere un Windows 1.0, una nuova ripartenza, un nuovo inizio, un nuovo Start per ricominciare daccapo con tutta la famiglia al completo. Non sono state rivelate tutte le novità, ma a partire dalla preview disponibile da oggi fino a metà 2015, presumibilmente nel mese di giugno, quando il nuovo sistema operativo Microsoft sarà rilasciato, ci sarà tempo per abituarsi e conoscere meglio “il miglior Windows di sempre“.   LEGGI ANCHE Windows 9 gratis per chi ha Windows 8 e sarà l’OS Microsoft definitivo  

Windows 10: tutte le novità

Iniziamo subito con il dire che Windows 10 coinvolgerà tutti i dispositivi Microsoft, e quando diciamo tutti intendiamo proprio tutti: il nuovo Windows girerà infatti sui PC, naturalmente, ma anche sui smartphone e i tablet (non più Windows Phone, ma Windows e basta, dunque), perfino sui TV e sulle console. Questa è una novità che fa tirare un sospiro di sollievo soprattutto agli sviluppatori, che ora potranno realizzare un’app per tutti i device e poi preoccuparsi solamente di renderla compatibile con i vari device.   Proseguiamo poi con il nuovo Menu Start, la mancanza che si è fatta sentire in Windows 8 e che tornerà in Windows 10 rinnovato e in tutto il suo splendore, ovviamente ibridato con le Tiles e con la Universal Search di Windows 8.1, che coniuga i risultati delle ricerche da PC e web.   Segue il multi-desktop, ovvero l’insieme di desktop virtuali di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi, che mostrano le app in esecuzione, e che saranno visualizzabili attraverso la Task View posta sulla taskbar. Non manca poi la Snap Assist, che ci consentirà di selezionare rapidamente le app che vogliamo affiancare sul desktop.   A tutto questo si aggiungono altre novità per chi non usa solo mouse e tastiera: la Charm Bar è stata ottimizzata, mentre Continuum è un efficace strumento di transizione per rendere più pratico il passaggio tra ambienti touch e non touch.   Il Windows 10 annunciato ieri non è ancora completo: manca ancora l’ufficialità e la presentazione di alcune novità (Cortana tra tutti) che verranno svelate gradualmente fino al rilascio definitivo. Ciò che conta ora è segnalare come Windows 10 rappresenti un perfetto ibrido tra Windows 7 e Windows 8, coniugando la piacevole tradizione con il gusto della modernità e riunendo a sé tutta la famiglia Microsoft. Per dirla con Redmond: “One product family. One platform. One store“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Windows 10