Amazon, indirizzi utenti a rischio, errore tecnico nel sistema spaventa i clienti

Strana email da parte di Amazon, gli indirizzi dei clienti a rischio per un errore tecnico.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Strana email da parte di Amazon, gli indirizzi dei clienti a rischio per un errore tecnico.

Un messaggio decisamente inquietante è arrivato nella giornata di ieri ad alcuni utenti Amazon. A quanto pare anche il colosso dello shopping online ha avuto a che fare con qualche problema tecnico, e si spera non si tratti invece di un attacco hacker, ma al momento non ci sono informazioni sufficienti per saperne di più.

Amazon, errore tecnico?

Alcuni utenti hanno ricevuto nella giornata di ieri 21 novembre una email che li informava del fatto che inavvertitamente (per errore) Amazon ha reso disponibile il loro indirizzo. Ciò non significa che estranei siano finiti in possesso dei nostri dati di accesso, semplicemente che alcune informazioni relative al nostro account sono stati resi momentaneamente pubblici, in pratica pronti per essere bombardati da pubblicità. Stiamo quindi parlando dell’ormai tanto famoso fenomeno del phishing.

Amazon avverte comunque che la questione è stata risolta, si è trattato di un problema tecnico e non c’è bisogno di allarmarsi, né di cambiare password al proprio account. Insomma, sembra quasi un messaggio di avvertimento verso le tante email promozionali che stanno per arrivarci, o almeno noi lo abbiamo interpretato in questo modo. Ma ecco nello specifico il testo della mail inviata da Amazon ad alcuni dei suoi clienti ieri mattina.

“La stiamo contattando per farle sapere che il nostro sito Web ha inavvertitamente reso pubblico il suo indirizzo email a causa di un errore tecnico. Il problema è stato risolto. Non si tratta di una conseguenza di una sua azione e non è necessario che cambi la sua password o intraprenda qualsiasi altra azione”.

Potrebbe interessarti anche: Black Friday 2018, su Amazon è già iniziato, ecco le offerte

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sicurezza