Acquistare su Amazon con un tweet: ecco #AmazonCart

Un nuovo servizio che vede la collaborazione tra due colossi consentirà agli utenti di acquistare su Amazon tramite un tweet. Il servizio dovrebbe arrivare presto anche in Italia, ma intanto vediamo come funziona e quali sono le tendenze del nuovo social e-commerce.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Un nuovo servizio che vede la collaborazione tra due colossi consentirà agli utenti di acquistare su Amazon tramite un tweet. Il servizio dovrebbe arrivare presto anche in Italia, ma intanto vediamo come funziona e quali sono le tendenze del nuovo social e-commerce.

L’integrazione tra e-commerce e social network si fa sempre più fitta: Amazon ha infatti recentemente presentato un nuovo servizio che s’integra alla perfezione con Twitter, attraverso il quale sarà possibile aggiungere nel carrello del proprio account Amazon un prodotto che si intende acquistare. Per fare ciò sarà necessario associare il proprio account Amazon con quello Twitter, dopodiché, utilizzando un apposito hashtag, aggiungere il link del prodotto e inviare il tweet pubblicamente all’account Amazon. Per ora il servizio è disponibile solo negli Stati Uniti (l’hashtag è #AmazonCart) e nel Regno Unito (#AmazonBasket), ma presto arriverà anche negli altri Paesi, Italia inclusa. Sarà un incentivo sufficiente per spingere gli utenti italiani a effettuare acquisti tramite mobile?

 

LEGGI ANCHE

Amazon: smartphone con tecnologia 3D in arrivo a settembre?

Ecco Amazon Fire TV: il futuro dell’intrattenimento domestico è qui

 

Amazon e Twitter, ovvero la nuova frontiera del social e-commerce

E se un giorno i social network rimpiazzassero i motori di ricerca? Questa è una tendenza che con ogni probabilità sta già avvenendo ed è anche materia di discussione tra i principali esperti di social media, ma la nuova sinergia tra Amazon e Twitter è proprio un segnale importante di questa nuova frontiera di quello che potremmo definire, per l’occasione, “social e-commerce“. 

Una buona parte di utenti, infatti, si sta spostando dai motori di ricerca ai social network: è in questi ultimi che è possibile trovare lavoro, effettuare ricerche, leggere notizie e visto che una fetta consistente di utenti iscritti al social network passa su questo (che sia Facebook, Twitter o Google+) una lunga parte della propria giornata, spesso mantenendolo come home sul proprio desktop, smartphone o tablet mentre è in procinto di fare altre cose, risulta evidente come questa nuova frontiera si stia effettivamente realizzando. 

Anche a livello professionale, i social network stanno acquisendo sempre più autorevolezza e i professionisti guardano a questi nell’ottimizzazione dei loro contenuti e nella loro promozione e sponsorizzazione. Insomma, la tendenza social sta prendendo sempre più piede e a breve potrebbe diventare qualcosa di molto più importante e diverso da come lo conosciamo (e concepiamo) oggi. 

 

#AmazonCard e #AmazonBasket: e in Italia?

Il nuovo servizio che vede insieme Amazon e Twitter dovrebbe arrivare presto anche in Italia, anche se il nostro Paese, a differenza degli Stati Uniti e del Regno Unito, è ancora poco avvezzo a effettuare acquisti online e, in maggior specie, tramite mobile. Una sana diffidenza nei confronti dei negozi online, così come nei metodi di pagamento richiesti, oltre alla necessità tradizionale di voler vedere un prodotto dal vivo prima di procedere all’acquisto, sono ancora fattori dominanti che rendono gli italiani restii ad acquistare prodotti online. 

A ciò si aggiunge anche una diffidenza, che potremmo definire più ignoranza (nel senso buono del termine), nello sfruttare uno smartphone e un tablet anche per altre motivazioni, come per l’appunto fare acquisti. Negli Stati Uniti e in Regno Unito, questi device vengono utilizzati per fare qualsiasi cosa: dal navigare su internet a leggere magazine, dal leggere libri a vedere film, fino appunto ai pagamenti. 

Chissà se il nuovo servizio pensato da Amazon e Twitter indurrà gli italiani ad abbandonare il porto sicuro delle proprie certezze per gettarsi nell’ignota frontiera degli acquisti tramite mobile…

Che ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Social Network