Acquistare applicazioni Android con il credito Wind, Google Play cambia ancora

Wind è il secondo operatore a lanciare un’interessante iniziativa: è finalmente possibile effettuare acquisti su Google Play tramite il proprio credito.

di Elisa Ceccarelli, pubblicato il
Wind è il secondo operatore a lanciare un’interessante iniziativa: è finalmente possibile effettuare acquisti su Google Play tramite il proprio credito.

E’ stata introdotta una nuova opzione, che partirà proprio dal mese in corso, su Google Play, lo store multimediale di Android.
Uno dei colossi in Italia e non solo, tra gli operatori telefonici, Wind, ha infatti ufficializzato la possibilità di effettuare acquisti su Google Play pagando mediante credito telefonico. Un modo innovativo già reso disponibile da Vodafone, per aprire a tutti l’acquisto di contenuti multimediali, anche a coloro i quali non possono permettersi una carta di credito e non possiedono una prepagata.

Quasi un milione di app e giochi, 5 milioni di e-book e oltre 18 milioni di brani musicali, resi fruibili a tutti gli utenti Android, anche ai minori che possono decidere di mandare qualche SMS in meno e comprare le applicazioni. Grazie a questa opzione sarà dato un vero e proprio taglio al malcostume della pirateria, autentica piaga per il sistema operativo del robottino verde, che sta disincentivando la produzione di app di valore da parte degli sviluppatori.

 

Applicazioni Android: come funziona l’acquisto su Google Play

Questa modalità di acquisto è molto semplice. Una volta effettuato l’accesso sullo store di Android, gli utenti selezionano l’applicazione da scaricare. Al momento dell’acquisto viene proposta una serie di modalità di pagamento, tra le quali quella attraverso credito telefonico. Scelta questa modalità, ed effettuato l’acquisto, l’utente riceve una mail di conferma. Dopo il primo pagamento tramite credito telefonico di Wind, inoltre, questa modalità risulta quella pre-impostata, in modo da facilitare le operazioni successive.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Smartphone