5G ufficializzato, ora le aziende possono iniziare a lavorare davvero

Arriva il 5G, i vertici del 3GPP ufficializzano gli standard, ora le grandi aziende possono seguire le linee guida e portare a termine il lavoro.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Arriva il 5G, i vertici del 3GPP ufficializzano gli standard, ora le grandi aziende possono seguire le linee guida e portare a termine il lavoro.

Ora la notizia è ufficiale, il 5G è diventato uno standard completo. La notizia arriva dopo l’approvazione avuta a La Jolla in California, con i 600 delegati del Plenary Meeting 3GPP che hanno finalmente dato il via libera.

5G diventa finalmente ufficiale

Mentre noi comuni mortali lottiamo per una connessione in 4G, poiché non tutte le zone del bel paese sono coperte come si deve, il mondo passa al 5G, al via la programmazione finale dopo il via libera della commissione. Il Plenary Meeting 3GPP ha ufficializzato le regole che delineano i contorni del nuovo standard di comunicazione che punta a rivoluzione il mondo nei prossimi anni. Nella fattispecie i 600 delegati chiamati a decidere hanno stabilito le regole del 5G standalone. Si tratta della fase successiva a quelle prime regole stabilite a fine 2017, quando appunto si era delineato il 5G non standalone.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp abbandona Apple, ecco gli iPhone che non potranno più chattare

Il grande passo dunque è stato fatto, ora le aziende possono seguire il cammino tracciato dal nuovo regolamento e costruire la nuove rete secondo questi dettami. Insomma, ora i colossi della connettività possono finalmente lavorare e mettere in pratica quanto teorizzato finora. Questa nuova tecnologia permetterà, infatti, di rivoluzionare il mondo delle telecomunicazioni. Ma cosa cambierà essenzialmente? Il 5G permetterà di avere maggiore capacità di banda ma anche di ottenere latenze ridottissime, compatibili con quelle di un collegamento in fibra ottica.

Prepariamoci quindi ad avere finalmente una vasta gamma di servizi aggiuntivi, alcuni anche molto importanti che arriveranno a toccare in maniera consistente anche il mondo della medicina. Inoltre ci saranno servizi aggiuntivi come quelli dedicati alla guida autonoma e l’automotive in generale, ad esempio connected car e Smart City con tutte le infrastrutture che esso comporta. Ecco le parole di Enrico Bagnasco, Responsabile Technology Innovation di TIM: “La consegna puntuale di Rel 15 è un altro grande passo in avanti nell’adozione di 5G per espandere l’attuale rete mobile in nuovi segmenti di mercato. Noi di TIM siamo particolarmente orgogliosi di aver contribuito al raggiungimento di questo traguardo assieme alla famiglia 3GPP. La disponibilità di un set completo di standard NSA e SA aprirà diverse opzioni per l’implementazione della nuova tecnologia, incrementando una nuova generazione di dispositivi”.

Potrebbe interessarti anche: Virus che ruba password arriva anche in Italia, ecco come riconoscerlo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie